Profughi in rivolta: “Ci danno solo riso, non ce la facciamo più” – VIDEO

Condividi!

Dopo la grande ‘fuga’ perché la struttura non era adeguata alle loro esigenze, e il ritorno di una parte dei richiedenti asilo al centro di accoglienza di Cona perché anche le nuove case non li soddisfacevano, questa mattina un nuovo gruppo di fancazzisti ha messo in atto una nuova azione di protesta.

I sedicenti profughi africani in fuga da guerre che non esistono sono usciti dall’ex base militare di Conetta e si sono messi in marcia lungo le campagne per raggiungere Venezia, mentre un altro gruppo dopo essere uscito dai cancelli si è fermato nei pressi del centro di accoglienza protestando. Li sobillano altri fancazzisti: quelli del sedicente sindacato di base UBS.

Le proteste sono sempre le stesse: “Siamo stati abbandonati, da mangiare ci danno solo riso, sempre riso, ogni giorno riso. Non ce la facciamo più, preferiamo stare in strada che nel centro di Cona”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il sindaco di Cona Alberto Panfilo ricorda come nella frazione ci siano 160 abitanti e 1200 rifugiati: “Qui si produce solo sofferenza, per chi vive dentro e per gli abitanti del paese. Non ne possiamo più”. Chi vive dentro è solo un viziato e mantenuto. Per loro c’è un posto perfetto: l’Africa.




Lascia un commento