Treviso, Profugo drogato steso nudo al parco con microperizoma

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
TREVISO – I parchi cittadini sono ormai terreno di caccia di profughi spacciatori e drogati. Ieri, ai giardinetti di Sant’Andrea, verso le 16, quando le mamme portano i bambini, la sorprese di un richiedente asilo di circa vent’anni steso al sole nudo, con solo un microperizoma. Il fancazzista del Gambia, che come sapete è vicino alla Siria, era talmente impasticcato e in stato confusionale, che si era spogliato e si contorceva dal dolore. Tutto questo davanti all’indifferenza di una trentina di altri profughi come lui. Ad accorgersi che qualcosa non andava un professionista trevigiano, Cesare Caruso, che passando in bici dalla riviera per andare in studio, si è fermato e ha soccorso il ragazzo. Non sia mai che ci perdiamo una risorsa.




Lascia un commento