Padova: in 2.500 per 1 posto da infermiere…

PADOVA – Assalto all’Ulss 6 Euganea per l’ultimo concorso pubblico – il primo indetto su scala provinciale – per l’assunzione di un infermiere con rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato. I candidati sono 2.500, cifra tonda a ieri sera, quando il bando è ufficialmente scaduto, anche se qualcuno potrebbe aver avanzato domanda via posta e, facendo fede il timbro, aggiungersi all’ultimo minuto.

VERIFICA LA NOTIZIA
Si ripete dunque la grande corsa al posto fisso, col miraggio di uno stipendio certo, in tasca a fine mese, di circa 1.400 euro netti. A contendersi l’occasione sono laureati in Scienze infermieristiche provenienti da tutta Italia, una buona fetta dal Sud, in particolare dalla Campania. Il test, che si svolgerà dopo l’estate, prevede una prova scritta, con quesiti a risposta sintetica su legislazione, aspetti etici e organizzazione della professione infermieristica, infermieristica clinica generale e specialistica, metodologia clinica infermieristica.

Sono i famosi lavori che gli “italiani non vogliono fare”, e per i quali, a breve, dovranno battagliare anche con i ‘nuovi italiani’ se passasse il famigerato ius soli.

Dai, provate, dopo una notizia del genere, a dire ancora che “ci servono”: ai lati delle strade, forse. Lì, fanno i lavori che noi non vogliamo fare.

E no, non vale nemmeno per i lavori nei campi. Che saranno sempre più automatizzati, ovviamente non in Italia, dove le mafie preferiscono schiavi ad investimenti a lungo termine:



Lascia un commento