BOLOGNA, ARRIVA PRIMA REQUISIZIONE PALAZZINA PRIVATA PER OSPITARE PROFUGHI



Vox vi aveva avvisato, a Bologna stanno per requisire case e stabili privati. Ora ci siamo.

La Prefettura di Bologna ha infatti requisito nelle scorse ora una struttura di proprietà privata nella zona di Ozzano dell’Emilia per sistemare alcuni finti profughi; dovrebbero essere circa 20 fancazzisti. Ora si faranno i controlli allo stabile (che potrebbe avere una capienza potenziale anche superiore) da parte di Ausl e vigili del fuoco «ed una volta effettuati ci sarà comunicata la data esatta di arrivo, presumibilmente la prossima settimana», fa sapere il sindaco di Ozzano, Luca Lelli, tutto eccitato.

VERIFICA LA NOTIZIA
«Purtroppo- afferma il primo cittadino- gli sbarchi di profughi continuano incessantemente e senza sosta e, con l’arrivo della stagione estiva e del mare calmo, le previsioni li danno in aumento. La politica dello Stato italiano è di dare accoglienza e sostegno e tutti, dalle Regioni agli enti locali, devono fare la propria parte». Difficile trovare tante stupidaggini in una sola frase detta da una sola persona. Ma parliamo di un sindaco PD, non ci si deve sorprendere.

E sia chiaro: stanno solo attendendo la fine dei ballottaggi per mettere in pratica un vasto piano di requisizioni a tappeto in molte città italiane. Tra le quali Padova, Genova e Verona. Non ci credete?

E’ un governo abusivo e dittatoriale. Cosa c’è di più dittatoriale della requisizione di case per ospitare, poi, clandestini raccattati in Africa? Ogni forma di resistenza a questo governo è legittima difesa. E’ tempo.



Lascia un commento