Serracchiani denuncia ‘invasione sessuale dei profughi’: “Sono tutti maschi”

Condividi!

La Serracchiani sente, probabilmente, l’avvicinarsi delle elezioni. Così, da qualche tempo dice cose sensate, alle quali, ovviamente, non seguono scelte sensate da parte della sua amministrazione. Tantomeno dal partito che rappresenta.

«I flussi migratori in Friuli Venezia Giulia sono composti in larga parte di giovani maschi» e siccome questo è un problema serio, «vanno tenute in debito conto e sotto controllo le problematiche derivanti da differenze culturali e di usi tradizionali». Debora Serracchiani, presidente della Regione lo ha denunciato a Roma parlando al ministro dell’Interno Marco Minniti.

AI PROFUGHI LICENZA DI STUPRO, DONNE ITALIANE ALLA MERCE’ DEL MIGRANTE

È un dato di fatto: sulla frontiera orientale d’Italia arrivano poche, pochissime famiglie, scarse figure di donna. Parlando di tanti giovani maschi soli Serracchiani si riferisce alla serie di drammatici episodi di violenze sessuali registrate di recente dalle cronache giuliane e friulane: a Trieste un giovane afgano ha aggredito e tentato di stuprare una ragazzina che soltanto per miracolo è riuscita a divincolarsi e a mettersi in salvo. Ma i casi sono molteplici.

VERIFICA LA NOTIZIA
E non è una questione friulana. Il 90 per cento di chi sbarca è un giovane maschio adulto: è una invasione sessuale, non è una fuga dalle guerre.

Dall’ultima rilevazione effettuata risulta che oltre il 90 per cento di chi chiede asilo in Italia è un giovane maschio adulto, sono numeri che dimostrano come questa sia una invasione, non la fuga di profughi da una guerra, che del resto è in Siria, non in Africa o Pakistan.

Rispetto ai paesi di origine il primo paese oggi è la Nigeria. Poi ci sono Bangladesh e altri paesi africani.

E’ in corso una Grande Sostituzione etnica. O detto più volgarmente: la negrizzazione dell’Italia. Ha ragione quel giornalista toscano.




Lascia un commento