ONG STRANIERE RIFIUTANO DI TESTIMONIARE AL SENATO, COSA NASCONDONO?

Condividi!

Tre Ong straniere hanno rifiutato l’invito della Commissione Difesa del Senato a partecipare a un’audizione per chiarire chi siano i loro finanziatori.

Il presidente della commissione, l’esponente del Pd Nicola Latorre, ha spiegato a Radio 1 che alcune Ong operanti nel Mediterraneo nel ‘soccorso’ dei migranti e nel loro trasporto in Italia hanno declinato la richiesta di presentarsi a Palazzo Madama.

INVASIONE: ECCO I RICCHI PROPRIETARI DELLE NAVI NEGRIERE

“Ci concentriamo sui finanziamenti alle Ong: tre di queste, di origine tedesca, non hanno accettato il nostro invito ed è un motivo di preoccupazione. Le altre insitono sulla liberalità che ispira i loro finanziatori, così noi insistiamo nel chiedere chi siano questi finanziatori“.

VERIFICA LA NOTIZIA
Ora si attende la prossima settimana, quando Latorre concluderà le audizioni con due rappresentanti delle Ong, i procuratori di Catania e Siracusa, il rappresentante di Mare Sicuro e il capo della Guardia Costiera. “All’inizio della settimana successiva consegneremo al governo e al Parlamento il frutto del nostro lavoro”, ha concluso Latorre.

SCANDALO ONG, SPUNTA LA CROCE ROSSA: SOLDI AL MOAS PER TRAGHETTARE CLANDESTINI (300 MILA EURO)

Se non vogliono presentarsi davanti alla commissione italiana, perché stranieri, allora non devono nemmeno presentare i loro navigli in Italia. Ma tutti sappiamo, che il governo è complice.




Lascia un commento