PROFUGHI SCATENATI, ONDATA MOLESTIE IN PAESINO – VIDEO

Condividi!

VERBANIA – “Noi l’accoglienza, loro la violenza”. Così la protesta dei residenti contro i fatti di Arizzano e la sommossa scoppiata venerdì nel centro profughi in località Antoliva. Che stava per ripetersi nella mattinata di oggi, dopo il suicidio di un richiedente asilo che è risultato poi clandestino.

Una signora, di spalle e nell’anonimato, racconta che la figlia è stata molestata da un profugo. In diretta dalla Tettoia dell’imbarcadero vecchio di Intra l’avvocato Loredana Brizio conferma di avere clienti che le hanno raccontato fatti simili. “E il governo che fa a parte la propaganda sul referendum?”, dice il collega Marco Marchioni, già candidato sindaco a Baveno per la Lega Nord. “Questa una volta era una città sicura, ora non più”, commenta il consigliere comunale Stefania Minore, presente insieme a tanti esponenti della Lega.

CLICCA VIDEO
CLICCA VIDEO

Collegati in studio, ci sono esponenti politici di centrodestra e centrosinistra, dal senatore Pd torinese Stefano Esposito al leader della Lega Matteo Salvini passando per Paolo Cento di Sinistra italiana e Viviana Beccalossi di Fratelli d’Italia.

Il rappresentante di una comunità di immigrati, in collegamento, afferma che ogni giorno milioni di badanti vengono violentate da datori di lavoro italiani. Orde di centenari che stuprano innocenti badanti dell’Est…




Lascia un commento