CENTRO SOCIALE MINACCIA SINDACO CHE HA BLOCCATO PROFUGHi: “PAGHERAI TUTTO”

Condividi!

“Solidarietà al sindaco di Quinto di Treviso Mauro Dal Zilio, bersaglio delle minacce e dei tentativi di intimidazione dei centri sociali. L’opera di Dal Zilio, che sta tutelando i suoi cittadini da un’invasione voluta e pianificata, ne fa un sindaco da imitare. Gli attacchi non ci spaventano, continueremo a lottare al suo fianco per proteggere la nostra gente”.

Così l’europarlamentare e vicesegretario federale della Lega Lorenzo Fontana dopo le minacce del centro sociale Django Treviso che si è schierato con il Prefetto e contro il sindaco (“Pagherai caro, pagherai tutto”), per aver allontanato, nei giorni scorsi, un pulmino di giovani fancazzisti africani diretti in un convento di suorine.

minaccia-centri-sociali

Questi idioti dei centri sociali dimostrano, una volta di più, di essere lo scendiletto del Sistema e il braccio armato del governo: manderanno loro a requisire le case degli italiani per metterci i ‘profughi’?

Ah, ai centri sociali: attenti ad usare la violenza, potrebbero anche usarla altri, più intelligenti e organizzati di voi.

Ieri sera, una decina di fancazzisti del Django aveva imbrattato con letame, uova e vernici la sede della Lega, a pochi passi dal municipio. Dopo aver bloccato il traffico e illuminato la strada con dei fumogeni rossi, hanno scritto improperi ed insulti sui muri dell’edificio, e sul marciapiede hanno lasciato la scritta, a caratteri cubitali «Dal Zilio razzista». L’episodio è avvenuto attorno alle 19. Poco dopo sul profilo Facebook del Cso Django è apparsa la rivendicazione, con tanto di foto, del blitz.

Se Forza Nuova avesse fatto lo stesso con una sede del PD, sarebbero già tutti in Siberia.




Lascia un commento