Rom come islamici: spose bambine nei campi italiani

Condividi!

Nei campi rom vengono si celebrano matrimoni con spose bambine con la connivenza degli operatori sociali. La denuncia nel report “Uscire per sognare. L’infanzia rom in emergenza abitativa nella città di Roma”, presentato nei giorni scorsi dall’Associazione 21 luglio, finanziata da George Soros. Ovviamente, per loro non è colpa degli zingari, ma del ‘razzismo’: in che senso non si comprende.

“Casi di matrimonio precoci tra adolescenti sono stati riscontrati anche presso alcune comunità rom provenienti dalla Romania e dal Kosovo e presenti negli insediamenti formali e informali della città di Roma, fra l’indifferenza generale di operatori sociali e mediatori che davanti ad un atto proibito dall’ordinamento giuridico italiano lo condonano in nome di una presunta ‘tradizione culturale rom’”.




Lascia un commento