Torino: Sindachessa marcia con i Trans

Condividi!

“La Città di Torino ha sempre aderito a questa manifestazione. Ci tenevo ad essere presente perché è una delle minoranze meno tutelate e quindi credo che la presenza del sindaco sia significativa”. Così la sindaca di Torino, Chiara Appendino, che sta partecipando insieme alla Trans Freedom March, la manifestazione promossa dal Coordinamento Torino Pride in occasione del TDoR, la giornata internazionale dedicata al ricordo delle vittime della transfobia, che si celebra domenica. Partita da piazza Vittorio, il corteo si è concluso in piazza Carignano con la lettura dei nomi di alcune vittime della violenza transfobica. Per la Città di Torino era presente, oltre al sindaco Appendino, l’assessore alle Pari Opportunità, Marco Giusta. La manifestazione è dedicata quest’anno a Hande Kader, l’attivista Lgbt trovata morta lo scorso agosto alla periferia di Istanbul.

Potevate farla ad Istanbul con i vostri amichetti islamici. No?

La Appendino è la copia femminile di Fassino. Lo si era capito dopo la nomina di un attivista omo alle cosiddette ‘pari opportunità’, come se i gay, in Italia, fossero dei maltrattati messi all’indice e non, una microminoranza coccolata fino allo sfinimento.

A Torino ci sono interi quartieri ormai in mano alla criminalità africana. Le palazzine olimpiche sono occupate, da anni, da clandestini, spacciatori e stupratori. E questa fa le marcette trans. Ma dove l’hai pescata, Grillo?




Lascia un commento