ALEPPO STA PER CADERE: PANICO A WASHINGTON

Condividi!

I vertici militari russi sono “pronti” a riprendere i colloqui a Ginevra con la controparte statunitense sulla Siria, e questo malgrado le minacce del segretario di Stato Usa John Kerry se non finiscono i raid russo-siriani su Aleppo, dove sono asserragliati i terroristi islamici ‘moderati’ dell’FSA e ISIS.

Lo ha dichiarato il gen. Viktor Poznikhir, del Capo di stato maggiore interforze di Mosca, dicendo che i suoi negoziatori sono pronti a volare a Ginevra per cercare con gli Usa “una via possibile per normalizzare la situazione ad Aleppo”, dopo che la tregua è di fatto caduta dopo circa una settimana di vita. Poznikhir tuttavia non ha fatto riferimenti diretti a Kerry.

Gli Stati Uniti, di fronte al fallimento del cessate il fuoco in Siria, avevano in precedenza detto di stare valutando anche “opzioni non diplomatiche”. Le parole del portavoce del Dipartimento di Stato Usa arrivano al termine di una giornata molto tesa sia sul fronte diplomatico, sia sul terreno: gli alleati americani sono circondati. I lealisti stanno per dare l’ultimo assalto.




Lascia un commento