MEMBRO ISIS ATTACCA AGENTI A COPENHAGEN: UCCISO, GESTIVA TRAFFICO DROGA

Condividi!

E’ morto il ‘nuovo danese’ ferito durante un’imboscata alla polizia a Copenaghen, nel quartiere di Christiania.

L’azione e’ stata rivendicata ieri dall’agenzia di stampa dello Stato islamico, Amaq, secondo cui “l’autore dell’attacco contro la polizia a Copenaghen e’ un soldato dello Stato islamico e ha condotto l’operazione in risposta alla chiamata di colpire i Paesi della coalizione”.

Inizialmente la polizia aveva riferito che l’uomo, nato in Bosnia e identificato dai media locali come Mesa Hodzic, aveva “apparentemente dei legami con Millatu Ibrahim”, gruppo islamista d’origine tedesca ma diffusosi in Danimarca, e “delle simpatie per l’Isis”. Tuttavia, avevano aggiunto le forze dell’ordine, “niente al momento porta a credere che questo abbia giocato un ruolo nella sparatoria”.

Secondo l’emittente Tv2, in suo possesso sono stati trovati 50 kg di hashish, 3 kg di cannabis e piu’ di mille canne. L’uomo infatti era conosciuto dalla polizia per essere un frequentatore abituale di Pusher Street, ritrovo di spacciatori. Diversi membri del gruppo islamista Millatu Ibrahim si sono recati nelle aree di conflitto in Siria. Allo stato attuale non e’ chiaro se Hodzic si sia recato in Medio Oriente nel recente passato. In rete circola un suo video in cui fagli auguri per il Ramadan: “Che dio perdoni a tutti i peccati e che accetti il nostro digiuno”, afferma il 25enne in lingua bosniaca.

ISIS con il traffico di droga ottiene due risultati: si finanzia e rincoglionisce i giovani europei, rendendoli così più aperti all’immigrazione.




Lascia un commento