ISIS progetta ‘uccelli kamikaze’ contro caccia russi

Condividi!

I miliziani islamici di ISIS hanno pubblicato dettagliati piani on-line su come colpire gli aerei da guerra. Nel video, il jihadista rivendica la possibilità che una ‘Urea Bomb’ – ordigno realizzato con fertilizzante altamente esplosivo – possa essere legata ad un uccello e attivata a distanza per causare il massimo danno. Siamo agli ‘uccelli kamikaze’. Involontari.

 

Il documento sostiene anche che l’esplosivo è quello utilizzato per abbattere il volo 9268 sul Sinai, prima che si schiantasse in Egitto uccidendo tutte le 224 persone a bordo all’inizio di quest’anno.

ISIS, che ha la supremazia sul terreno, nelle zone che occupa, è invece totalmente priva di difese aeree, e sta cercando di ovviare a questa mancanza con la ‘fantasia’. Perversa.

In passato, ISIS ha utilizzato galline esplosive per colpire le linee nemiche. L’avvoltoio di Rueppell può superare gli 11 mila metri di altitudine. L’idea non è quindi peregrina.




Lascia un commento