Ucraina chiede adesione a Nato

Condividi!

ERA IL VERO OBIETTIVO INIZIALE

Il Parlamento ucraino ha approvato la legge voluta dal presidente cioccolataio Poroshenko su mandato Usa, destinata a provocare ulteriormente la Russia: Kiev ha rinunciato allo status di “Paese non allineato” (di cui fanno parte 120 nazioni), per avviare la richiesta di ingresso nella Nato.

Un passo che Mosca non potrà che considerare ostile, dopo che la firma del patto di associazione all’Ue, anticamera della piena adesione all’Unione europea, ha di fatto innescata la crisi tra Mosca e Kiev. E soprattutto: avere la Nato ai confini non potrà che generare lo scontro. Esasperarlo. Quello che vuole l’apparato militare industriale americano per poter perpetuare se stesso e i propri affari.




Lascia un commento