Italiani tagliano sul cibo, clandestini lo buttano

Condividi!

Gl italiani tagliano sul cibo e non per fare la dieta: nel 2013, a risparmiare sul mangiare è stato  il 65% degli italiani, contro il 62,3% del 2012. Si migliora, insomma.

L’anno scorso, la spesa media annua è  calata del 2,5% rispetto al 2012: il livello di spesa più basso da dieci anni.

A tagliare i consumi sono soprattutto le famiglie operaie (-5,9% con una spesa media di 2192 euro) e le coppie con due figli (-4,4% con spesa fino a 2.891 euro). Budget ridotto però anche per i più ricchi con tagli tra lo 0,6 e l’1,6%. A diminuire è soprattutto la spesa non alimentare che risulta “significativamente in calo rispetto al 2012” (-2,7%) e si attesta su 1.898 euro mensili. Continuano a diminuire in particolare le spese per abbigliamento e calzature (-8,9%), quelle per tempo libero e cultura (-5,6%) e quelle per comunicazioni (-3,5%).




Lascia un commento