Furti e molestie: ‘Vietato l’ingresso agli zingari’, commerciante si ribella al pizzo Rom

Condividi!

Dopo i continui furti e le molestie ai clienti, una panetteria di Roma, zona Tuscolano, ha affisso un cartello: “Vietato l’ingresso agli zingari”. Subito forte è stata la solidarietà dei clienti, stanchi dei continui disagi causati dalla presenza degli zingari davanti ai negozi della zona nell’indifferenza di un’amministrazione ormai allo sbando.

Scritta panetteria-2

Non potevano mancare i difensori della criminalità. Infatti la panetteria ha ricevuto una lettera minatoria da parte della celeberrima ‘Associazione 21 Luglio’, che si occupa di rompere le scatole ai cittadini onesti per difendere i cosiddetti ‘diritti’ di rom e sinti in Italia.

“L’area legale dell’Associazione 21 Luglio – si legge in un comunicato dell’associazione che fa dell’immigrazione un business – ha inviato una lettera all’esercente, per ‘scoraggiare, in futuro, il ripetersi di simili gesti’.” Una lettera minatoria, appunto.

Sarebbe bello che, invece, tutti i negozi della zona si ribellassero, e spuntassero simili cartelli: ovunque.




Lascia un commento