Arriva la “mela marcia”: scontri e feriti a Milano

Condividi!

Dopo aver cantato cori e acceso qualche fumogeno rosso, i cosiddetti “tifosi” milanisti si sarebbero avvicinati piu’ del consentito al locale per poter raggiungere il loro beniamino – che per esserlo prende 4 milioni l’anno, e questo descrive la stupidità dei 250 dementi – ma gli agenti in assetto antisommossa presenti sul posto (circa una ventina) hanno cercato di contenerli. Da cio’ sono nati sontri violenti di qualche minuto, terminati con un lancio di oggetti. Tra questi anche la bottiglia che ha colpito un funzionario mandandolo all’ospedale. E’ arrivata la “mela marcia” con il suo codazzo di idioti.

Ovviamente questo è “nulla”, rispetto ai “buu” intonati dai tiforsi della Pro Patria ad un altro milionario in mutande. Quindi non meriterà lo stesso spazio sui media e la stessa attenzione della magistratura.
Questi sono i “tifosi” che piacciono ai padroni: antirazzisti cerebrolesi adoranti mercenari che spaccano tutto.




Lascia un commento