AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

INSEGUITA E STUPRATA DA SPACCIATORI AFRICANI ARRIVATI COI BARCONI

Vox
Condividi!

Su questa notizia:

BRANCO AFRICANI TRASCINA RAGAZZA IN CANTIERE E LA STUPRA

La giovane di vent’anni è stata violentata da un branco di spacciatori africani all’interno dell’ex Cotonificio Cantoni di Saronno, in provincia di Varese, nella notte di domenica 18 settembre.

Per questo atroce delitto, i Carabinieri hanno arrestato uno spacciatore africano accusato di aver commesso lo stupro insieme a diversi complici.

Secondo quanto ricostruito, la ragazza non sarebbe nuova all’uso di sostanze stupefacenti, tanto che nella serata di sabato si sarebbe incontrata con i pusher africani. Gli spacciatori avrebbero poi continuato a seguirla anche quando, intorno all’alba, stava rincasando.

Vox

La giovane avrebbe avvisato la sua coinquilina di essere preoccupata della presenza dei due uomini decidendo di scendere nuovamente in strada per tentare di depistarli e fargli credere che non fosse realmente quello il luogo della sua abitazione. Dopo qualche ora, non vedendola tornare, l’amica ha allertato il 112.

I Carabinieri hanno così iniziato le ricerche sul territorio per rintracciare la 20enne. L’analisi delle celle telefoniche ha individuato il cellulare della ragazza nei pressi dell’ex cotonificio. La struttura, dismessa dal 2002 e solo parzialmente recuperata, è situata tra il centro cittadino e il quartiere di Cascina Ferrara ed è attualmente fatiscente e in stato di abbandono.

All’arrivo sul posto, i militari hanno trovato la ventenne ancora tra le grinfie dei suoi aggressori immobilizzata su un vecchio materasso. I Carabinieri avrebbero bloccato un uomo di razza maghrebina, mentre l’altro sarebbe riuscito a fuggire. La ragazza, con varie tumefazioni e ancora sotto shock, è stata trasportata in ospedale e affidata alle cure del personale medico.

L’immigrato in manette sarebbe stato portato in carcere a Busto Arsizio.

STUPRATA DA SPACCIATORI AFRICANI ARRIVATI COI BARCONI




Un pensiero su “INSEGUITA E STUPRATA DA SPACCIATORI AFRICANI ARRIVATI COI BARCONI”

  1. Non vuole dire il nome degli amici suoi….Qualche frustata come fanno ai paesi suoi magari da una donna ,un paio di cazzotti rifilati con il cappuccio in testa e la cosa più grave per loro introdurre un maiale in cella mentre sanguina….Dopo il trattamento state tranquilli che canta come un allocco.

I commenti sono chiusi.