Vice Meloni contro Salvini: “No alla chiusura delle Moschee”

Condividi!

“Non pensiamo che la risposta superficiale sia chiudere le moschee, ma controllarle cosa viene detto e fatto al loro interno”. Così si espresse l’attuale vice di Meloni, coordinatore nazionale di Fratelli d’Italia Guido Crosetto, quando Salvini, da ministro, minacciò la chiusura delle moschee abusive.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Bisogna impedire che dentro”, aveva proseguito il politico cuneese, “si formi quella classe criminale che forma i terroristi”.

Certo, è semplice controllare migliaia di moschee dove si parla straniero. L’Islam è incostituzionale.

E poi, il problema, non è controllare cosa si dicono, ma che non siano tra noi. Nessuno ci toglie dalla testa che, una volta al governo, questi facciano quello che ha fatto Fini.




17 pensieri su “Vice Meloni contro Salvini: “No alla chiusura delle Moschee””

  1. A questo punto il voto più anticonformista è quello dato al Partito Monarchico. Sarebbe un modo di esprimere che non sono i partiti a farne la differenza,ma è tutto il baraccone repubblicano che va demolito.

  2. Cominciamo bene.Invece di chiudere tutte le moschee e di buttare fuori tutti gli adepti islamici questa fa il contrario di tutto.Se queste sono le previsioni di certo non vado a votare.

Lascia un commento