Calcio, Infantino: Mondiali ogni due anni per salvare i “migranti”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Gianni Infantino, presidente FIFA, perora così il Mondiale di calcio ogni due anni nel corso del suo intervento al Consiglio d’Europa: “Non è solo voler il Mondiale ogni due anni. Si è parlato tanto della Superlega, il calcio va nella direzione in cui pochi hanno tutto e la stragrande maggioranza non ha nulla. In Europa giocano i migliori giocatori ogni settimana. Perché il calcio riguarda opportunità, speranza, Nazionali, Paesi, cuore, gioia, emozioni. Al resto del Mondo non possiamo dire ‘dateci i vostri soldi, dateci i vostri giocatori se ne avete di bravi e guardateci in tv’. Dobbiamo trovare il modo per includere il resto del Mondo, compresa l’Africa. Per dare speranza agli africani, cosicché non debbano aver bisogno di attraversare il Mediterraneo per trovare forse una vita migliore, ma più probabilmente la morte in mare […] Se parliamo di Coppa del Mondo ogni due anni o della Superlega, posso dirvi che il Mondiale è l’antidoto a qualsiasi Superlega. Non c’è nulla di meno discriminatorio del nostro Mondiale, mentre una Lega di una manciata di club è qualcosa che non possiamo sostenere. Noi esportiamo emozioni”.

Fossimo in UEFA e Conmenbol organizzeremmo un mondiale fuori dalla Fifa. Visto che il calcio sono l’Europa e il Sudamerica. Invece troppe nazioni europee rimangono fuori dal Mondiale per fare spazio a bizzarre nazionali del terzo mondo calcistico perché i presidenti Fifa devono farsi eleggere.




3 pensieri su “Calcio, Infantino: Mondiali ogni due anni per salvare i “migranti””

I commenti sono chiusi.