Record di sbarchi a Lampedusa: quasi 1.000 no-vax africani in 24 ore

Condividi!

Non si fermano gli sbarchi di clandestini sulle coste italiane in quello che si preannuncia uno dei mesi di gennaio con più arrivi di sempre.

VERIFICA LA NOTIZIA

A Lampedusa nella notte sono arrivati altri 109 invasori a bordo di due diverse imbarcazioni, trainate a 10 miglia dalla costa dell’isola dai soliti scafisti di Stato.

Stando alle loro dichiarazioni, proverrebbero da Sudan, Egitto, Nigeria e Bangladesh. Sono stati tutti portati nell’hotspot di Lampedusa dove sono presenti 560 clandestini a fronte di una capienza massima di 250 occupanti. Altre centinaia sono stati trasferiti ieri sul continente, da dove potranno sparpagliarsi nelle città a stuprare e uccidere, come hanno fatto i loro colleghi anche nei giorni scorsi.

Assalto a Lampedusa: centinaia novax africani sbarcano senza green pass – VIDEO

Una situazione di forte emergenza per l’isola di Lampendusa, dove la Mare Jonio premeva per trasferire anche i suoi 206 migranti, nonostante il centro di coordinamento di Roma avesse autorizzato l’attracco a Pozzallo. Ma l’assegnazione del porto sicuro nel centro costiero in provincia di Ragusa non andava bene all’equipaggio della Mare Jonio, che ha rifiutato l’assegnazione di Pozzallo. “Pur consapevoli dell’attuale situazione di pressione su Lampedusa e sui dispositivi di accoglienza dell’isola, la Mare Jonio ha reiterato la richiesta di sbarco immediato”, si legge nella comunicazione della ong alle autorità italiane.

Alla fine, dopo un braccio di ferro, a spuntarla è stata ancora una volta la ong, nonostante la criticità vissuta da Lampedusa. Infatti, dei 214 migranti che si trovavano a bordo della Mare Jonio, solo 70 arriveranno a Pozzallo questa sera. I restanti 142 arriveranno a Lampedusa. Le operazioni sono cominciate al mattino presto con il trasbordo sulla motovedetta della guardia costiera. La Mare Jonio ha ripreso il mare per raggiungere Pozzallo e sbarcare i rimanenti.

Draghi scafista di Stato: Ong Casarini sbarca 208 clandestini

Evidentemente preferiscono un porto sotto la giurisdizione di Patronaggio. Potranno liberamente pasteggiare a champagne.

Ieri a Lampedusa è arrivata anche una donna all’ottavo mese di gravidanza insieme a suo marito. Sono stati evacuati dalla nave Louise Michel finanziata dall’artista Bansky. È la seconda coppia in stato interessante che sbarca sull’isola dalla “nave rosa”, dove ci sono ancora 58 clandestini: hanno saputo dell’assegno unico e del bonus bebè che i trogloditi della Consulta hanno aperto a chiunque viva in Italia.