425 clandestini diretti in Italia finiscono in Tunisia: si fanno rimpatriare sul primo volo!

Condividi!

L’ultimo gruppo di migranti irregolari salvati giovedì 25 novembre al largo della costa delle isole di Kerkenna, a Sfax, in Tunisia, è partito ieri sera dal porto di Al Ktef, nella città di Ben Guerdane, ponendo fine a una crisi relativa alla loro accoglienza nel porto. Lo riferisce il direttore del comitato locale della Mezzaluna rossa tunisina, Abdel Karim Reguii, all’emittente radiofonica “Jawhara Fm”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Riguii ha confermato che 425 migranti sono stati trasferiti in rifugi e alloggi temporanei per migranti, però hanno scelto di rientrare nei loro Paesi di origine nell’ambito del programma di rimpatrio volontario, sotto la supervisione dell’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim). Mentre la situazione dei 62 migranti restanti saranno studiate dall’Alto commissariato per i rifugiati, in considerazione della difficile situazione nei loro Paesi di origine che affrontano conflitti armati.

Verranno in Italia con qualche corridoio umanitario studiato da quei simpatici burloni di Sant’Egidio. Intanto però è interessante: quasi tutti non fuggono da guerre, si imbarcano per venire a scroccare e una volta fallito il viaggio, pur di non restare in Tunisia, tornano a casa.




Un pensiero su “425 clandestini diretti in Italia finiscono in Tunisia: si fanno rimpatriare sul primo volo!”

I commenti sono chiusi.