AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Porti aperti al contagio: le Ong stanno per scaricarci 1.000 clandestini

Vox
Condividi!

In Italia è quarta ondata ‘grazie’ ai porti aperti, ma il governo non ha intenzione di cambiare approccio:

EFFETTO BARCONI: IN ITALIA E’ QUARTA ONDATA, BOOM CONTAGI, RICOVERI E MORTI

E sta per dare il benestare allo sbarco di due ong straniere cariche di clandestini.

Le navi delle Ong prendono ancora una volta di mira le coste italiane ed attendono puntualmente solo l’ok, come fatto in altre innumerevoli circostanze, per poter accedere ad un cosiddetto “porto sicuro”.

“Non esiste che navi straniere di Ong straniere con clandestini raccolti in acque straniere approdino in un porto italiano”, aveva tuonato ieri Roberto Calderoli, come riportato da Il Giornale. “Non esiste che sia l’Italia a doversi fare carico di immigrati recuperati in acque maltesi”. A nulla sono servite le rimostranze del Carroccio. Com’era facile attendersi, sia gli 800 extracomunitari a bordo della Sea-Eye 4 che i 314 caricati dalla Ocean Viking di Sos Mediterranèe non aspettano altro che il via libera per sbarcare nel nostro Paese.

VERIFICA LA NOTIZIA

Nessun problema, pare, dato che il sindaco di Palermo Leoluca Orlando Ha già spalancato le porte della città ben prima dell’arrivo di Sea-Eye 4, ora al largo tra Ragusa e Gela. “A bordo della Sea Eye 4 ci sono 800 persone che hanno bisogno di un porto sicuro”, ha dichiarato il sindaco del capoluogo siciliano, come riportato da NewSicilia. “Sono state tratte in salvo in diverse operazioni di soccorso nel Mediterraneo centrale. Ora hanno bisogno di sbarcare. Palermo è pronta ad accoglierle!” L’ultima operazione di recupero sarebbe avvenuta proprio la scorsa notte, quando sull’imbarcazione si sono aggiunti ulteriori 69 clandestini.

Dopo essere state, come consuetudine, respinte da Malta, le navi Ong hanno fatto rotta verso l’Italia, iniziando con la solita trafila di allerte per accelerare i tempi. “Malta aveva ignorato le segnalazioni dell’emergenza in mare da parte di Alarm Phone, anche se la barca si trovava nella zona di ricerca e soccorso maltese”, accusano dall’imbarcazione. La richiesta che segue, in sostanza, è sempre la stessa: sbarcare in Italia. “Quattrocento persone salvate nella notte da navi civili Sea Eye4 e Rise Above”, dichiara Mediterranea saving humans.”Chiediamo che le autorità italiane assistano subito gli 800 a bordo Sea Eye e ne garantiscano lo sbarco in un porto sicuro”. Rincara la dose la stessa Alarm Phone. “Il salvataggio delle circa 400 persone ha richiesto molte ore e molte persone sono cadute in acqua”, spiega la Ong. “Le persone non dovrebbero essere costrette a rischiare la vita per raggiungere l’Europa”.

Vox

Del resto sono entrati in acque italiane senza chiedere il permesso a nessuno già stamani:

Ong tedesca entra in acque italiane senza permesso: Draghi ha prostituito l’Italia a Berlino

Entrambe le organizzazioni criminali hanno prelevato i clandestini in acque libiche e tunisine, E anche maltesi. Navi battenti bandiere tedesche e norvegesi di ong tedesche e francesi con clandestini afroislamici prelevati in acque non italiane: i clandestini finiscono tutti in Italia.

Tanto non c’è più neanche la quarantena, loro possono sbarcare senza green pass:

NIENTE PIU’ QUARANTENE PER LE ONG: POTRANNO SCARICARE CLANDESTINI POSITIVI SENZA LIMITI




10 pensieri su “Porti aperti al contagio: le Ong stanno per scaricarci 1.000 clandestini”

  1. VOX per favore espurgate il troll anale di opne-stronzpage-repubblica il finto senngallese , thx la REdazione ringrazia

I commenti sono chiusi.