Altri 50 morti: al cimitero col green pass

Condividi!

Sono 2.494 i positivi ai test Covid individuati nelle 24 ore su 315.285 tamponi effettuati con un indice di positività dello 0,8%. I dati nel bollettino del 12 ottobre della Protezione Civile e del ministero della Salute. Registrati altri 49 morti.
E’ matematicamente impossibile che 50 morti corrispondano ai contagiati ufficiali. Solo che i morti, a differenza dei contagi, non possono taroccarli. Almeno non troppo. Il che significa che i contagi sono molto superiori ma non si può dire perché la narrativa green pass finirebbe nel cestino.

In calo di sole 23 unità i ricoverati con sintomi che in totale sono 2.665. Scendono di sole 4 unità i ricoveri in terapia intensiva, 370 in totale.

In verità vi dico: non sarà Forza Nuova a far crollare il regime, ma novembre. Quando i vaccinati ligi al green pass si accorgeranno che i contagi e i morti salgono lo stesso.




3 pensieri su “Altri 50 morti: al cimitero col green pass”

  1. Devono morire molte persone perché purtroppo i morti vaccinati già adesso li fanno morire di altre patologie e tra un po’ li faranno morire di influenza: a noi basterebbe arrivare a 500 morti al giorno netti di coronavirus perché Draghi e Mattarella vengano messi sul banco degli imputati per incompetenza, perché vorrebbe dire chiusure dad e vecchi vaccinati massacrati con gli ospedali al collasso!
    Io spero si arrivi a molti di più, se come pare l’effetto del vaccino e quello di riprogrammare peggiorandolo il sistema immunitario del babbeo vaccinato potremmo arrivare ai tremila morti al giorno di media intorno a fine febbraio… dobbiamo aspettare che il blocco iniziale dei vecchi e dei sanitari, le cavie vaccinate per prima ovvero con seconda dose entro maggio, che sono una marea perdano ogni protezione… ogni giorno che passa e’ buono perché allora si facevano 600.000punture maledette al giorno mentre oggi se ne fanno quando va bene 80.000 😀😀 la matematica e’ con noi.

Lascia un commento