BASTONA A MORTE 3 ITALIANI, 2 IN FIN DI VITA: “PERCHE’ SIETE RAZZISTI”

Condividi!

LI VOLEVA MORTI, CON DUE POTREBBE RIUSCIRE NELL’INTENTO

Due uomini sono rimasti feriti in modo molto grave ed una donna in maniera meno grave, in una aggressione avvenuta stamani nel centro ippico Valle dei Mulini a Catanzaro, la cui dinamica è in corso di ricostruzione da parte dei carabinieri.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’autore, un cittadino pakistano regolare in Italia, rimasto ferito a sua volta alla testa dagli aggrediti che hanno tentato di difendersi, in modo lieve, è stato portato in ospedale dove è piantonato dai carabinieri.

Secondo una prima ricostruzione, l’immigrato stamani avrebbe dato in escandescenze per poi colpire con un bastone di legno i due uomini, di 60 e 68 anni, ed una donna di 48.

È stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio.

I due uomini feriti sono ricoverati nell’ospedale di Catanzaro in terapia intensiva e con riserva di prognosi, le loro condizioni sono molto gravi. Il provvedimento restrittivo è stato notificato dai carabinieri della Compagnia e della Stazione di Catanzaro e del Nucleo operativo e radiomobile all’aggressore in ospedale, dove si trova a sua volta, piantonato, per una ferita lieve alla testa.

Al culmine dell’aggressione l’uomo ha preso un bastone e ha colpito gli altri due e poi la donna, ferita in modo lieve. All’aggressione hanno assistito anche alcuni testimoni che si trovavano nel centro. Subito sono stati chiamati i carabinieri e i medici del 118 che hanno soccorso i feriti.

Ma i media già hanno la scusa:

Ha agito a causa di ripetuti epiteti offensivi indirizzatigli, il cittadino pakistano di 28 anni arrestato per avere aggredito duo uomini nel centro ippico Valle dei Mulini a Catanzaro. E’ questa la ricostruzione fatta dai carabinieri della Compagnia di Catanzaro. L’uomo, che lavora come stalliere nel centro, a causa delle offese – che non sarebbero state connotate da razzismo – ha aggredito con una zappa alcune persone presenti nella struttura, ferendo gravemente due uomini di, rispettivamente, 68 e 60 anni, e in modo lieve una donna 48enne, tutti catanzaresi frequentatori del centro. Subito dopo l’arresto, avvenuto in flagranza, l’aggressore ha ammesso le sue responsabilità, chiarendo la dinamica dei fatti nel corso dell’interrogatorio cui è stato sottoposto dal pm di turno della Procura di Catanzaro all’interno del pronto soccorso dell’Ospedale “Pugliese Ciaccio”, dove è stato ricoverato a causa delle lievi ferite procurate nel corso della colluttazione. I due uomini aggrediti, secondo quanto è stato riferito dagli investigatori, sono tuttora ricoverati in pericolo di vita nel reparto di rianimazione dello stesso ospedale, mentre la donna è stata già dimessa.




5 pensieri su “BASTONA A MORTE 3 ITALIANI, 2 IN FIN DI VITA: “PERCHE’ SIETE RAZZISTI””

  1. Certo!Li curano pure la bua dopo il massacro!Verso 2 vecchi!E la gente continua a chiamare sti lacchè in divisa!!!Difendersi da sé!Che quelli li curano e te li ritrovi più in forma di prima a rompere i coglioni!!!

  2. GUERRA CIVILE.
    DA UNA PARTE L’ESERCITO NAZIONALPOPOLARE, COMPOSTO DA CITTADINI ITALIANI, DALL’ALTRA LA FOGNA, I MIGRANTI, I SINISTRORSI, I GAY, LA LOBBY EBRAICA.
    ARMIAMOCI E COMBATTIAMO

Lascia un commento