Migranti: “Siamo qui per ingravidare le vostre donne e riempirvi di bambini islamici”

Condividi!

Cosa vengono a fare i musulmani in Europa e nel mondo occidentale? Basta chiedere.

Il musulmano a capo dell’autorità di certificazione Halal in Australia, un’autorità che si occupa di certificare i prodotti ‘islamicamente corretti’ che non violano la Sharia e sono quindi acquistabili dai pii musulmani, lo ha spiegato tempo fa in un commento su Facebook, commentando questa notizia:

CI STANNO STERMINANDO: CROLLA NUMERO SPERMATOZOI NEGLI UOMINI EUROPEI

Nel post ha affermato che le donne occidentali hanno bisogno degli uomini musulmani per essere “inseminate”.

Nel post, Mohamed El-Mouelhy ha definito gli “uomini bianchi” una “razza morente”, riferendosi alla ricerca sulla diminuzione della fertilità tra gli uomini occidentali.

“Le donne bianche hanno bisogno di essere inseminate e finire circondate da bambini musulmani”, ha scritto.

Spiegando che nel mondo cristiano “la razza bianca sarà estinta nel giro di 40 anni, se vincono i razzisti che tengono fuori gli uomini islamici”. Meglio estinti che meticci.

VERIFICA LA NOTIZIA

El Mouelhy ha anche spiegato che “è dovere dei migranti islamici fare felici le vostre donne perché voi siete una razza morente”.




19 pensieri su “Migranti: “Siamo qui per ingravidare le vostre donne e riempirvi di bambini islamici””

  1. Mobbasta!!!
    Mobbasta!!!

    Una donna questi la sanno soddisfare tramite dei cazzi posticci.
    Si ingroppano qualsiasi cosa e le numerose infezioni veneree gli avranno ormai distrutto i loro genitali.

    L’uomo bianco è solo inibito psicologicamente. Da sensi di colpa che non ha. Da propaganda farlocca che lo vorrebbe un Fracchia alle prese col sesso femminile.
    Oggi come oggi la migliore tv è quella delle tv locali.

    1. Eh sì, inibito psicologicamente. Castrato. Si è rassegnato all’idea che ne(g)ri e affini sifilitici posso liberamente ingropparsi le nostre donne, e che con loro non possiamo competere perché hanno il pisello più grosso. Come se la qualità di un rapporto sessuale fosse determinata dalle dimensioni del pene.

      Se questi schifosi si permettono di parlare in questa maniera, la colpa in primis è assolutamente di noi uomini bianchi, che per la maggioranza siamo divenuti dei maschi beta culturalmente castrati e finocchi. Io personalmente definisco questo atteggiamento lassista di questi maschi beta verso i maschi ne(g)ri e merda varia, FROCIAGGINE CULTURALE. Amano farsi sodomizzare e farsi umiliare. Non è un caso infatti che i filmati porno interrazziali ne(g)ro-bianca vengono visualizzati esclusivamente da uomini bianchi. In altri tempi, in cui moralità, onore e dignità erano prevalenti, l’interracial ne(g)ro-bianca sarebbe stato reputato un abominio assoluto oltre che un grave affronto alla nostra virilità. Perché diciamolo, i ne(g)ri scopano le nostre donne per farci un affronto, e queste puttane si fanno toccare da loro non si rendono conto di essere un semplice mezzo per raggiungere questo fine. O forse ne sono ben consapevoli in quanto troie autorazziste che si divertono a umiliarci.

      A livello sociale, queste maledette schifose non pagano alcuna conseguenza, quando in realtà andrebbero marchiate con una N (negrificata) nel corpo, emarginate dalla società e trattate come lebbrose e sifilitiche. Invece no, si fanno negrificare tranquillamente da quei esseri, perché tanto sanno che qualora finisce la relazione con uno di questi ne(g)ri, ci sarà sempre un bianco che se le accolla ugualmente.

      1. I loro presunti affronti non mi sfiorano, d’altronde tutte le anime non possono essere salvate.
        Paghereanno a tempo debito.
        Per il moretto la donna vale meno di una sputacchiera, tienilo bene in mente.
        La messalina può ridere quanto vuoke, ma ride bene chi ride ultimo.
        Si renderà conto di essersi sposata un essere che la considererà solo una proprietà e con una prole ipercomplessata o col cerebro di un caimano.

      1. Ti assicuro che non è così, in giro ho visto anche belle gnocche o quantomeno nella norma in compagnia di un ne(g)ro. Forse era così all’inizio, quando ancora non erano particolarmente numerosi e di conseguenza le cesse ci si accoppiavano. Oggi la situazione è radicalmente cambiata, sono sempre più numerosi e di conseguenza sempre più numerose sono le puttane bianche che si fanno ingroppare da loro, a prescindere dalla loro avvenenza.

        Purtroppo questo succede anche perchè la maggioranza degli uomini bianchi di oggi è culturalmente castrato e finocchio, e tollera il ratto che i ne(g)ri compiono delle nostre donne. A causa di questa maggioranza, la minoranza di uomini veri come noi ne paga le conseguenze e deve avere il terrore di conoscere una donna che può essere stata negrificata. Cosa di cui la maggioranza di maschi beta di cui sopra non si preoccupa minimamente, oppure fa finta di non preoccuparsene per non sembrare “razzista”.

  2. “Come se la qualità di un rapporto sessuale fosse determinata dalle dimensioni del pene.”

    Questo lo credono i pornomani(che non sono solo uomini). In cui il rapporto sessuale è solo foga animale. O una gara da centometristi. Gli esseri evoluti, l’amore lo fanno prima con la mente che con i genitali.
    La pornografia ha sparso parecchia merda.
    Iniziando a prendere il posto delle rubricbe che affrontavano seriamente l’argomento sessualità.
    I server che contengono pornografia andrebbero distrutti.

      1. La pornografia ormai è diventata propaganda razziale a favore del maschio ne(g)ro che domina le donne bianche. O comunque nel caso opposto favorisce il multiculturalismo che è il male di una nazione libera.

    1. Assolutamente sì, la pornografia va messa fuori legge, perché da un’immagine perversa e distorta della sessualità. Oltre che pure violenta. Purtroppo Internet ha contribuito a renderla fruibile a più persone, mentre prima era più limitata alle riviste e ai VHS. E la cosa più preoccupante è che sono i minorenni ad avere facile accesso ai contenuti pornografici.

      Se prima almeno la pornografia era limitata al solo ambito cinematografico e ai siti specializzati, da anni invece dilaga quella amatoriale, dove persone comuni che uno potrebbe incontrare per strada, perverse ed esibizioniste, si riprendono mentre fanno porcherie e condividono il video sui siti o su piattaforme come Tik Tok e Telegram. Si è persa anche la natura intima e privata del sesso.

    1. Sicuro.
      La battaglia deve essere culturale.
      Poi, Via via si introduce lo ius che sancisca l’appartenenza del continente europeo ai soli discendenti dei popoli bianchi che lo hanno abitato.
      Ci arriverà la Danimarca, molto prima che di queste politiche se ne apprenda in Italia.
      E non è un’ assurdità visto che si è riusciti ad imporre lock down e vaccinazioni forzate come se nulla fosse.

Lascia un commento