Da Superlega a ‘minilega’: “Le 6 inglesi, Barca e Atletico verso addio”

Condividi!

Il Manchester City lascia la Superlega. Il Chelsea si appresta a fare lo stesso. E anche l’Atletico Madrid vacilla. La competizione creata domenica dai 12 club fondatori rischia di sfaldarsi, mentre sarebbe in corso un vertice d’emergenza. Il City, intanto, ha deciso e ha ufficializzato il passo indietro con una nota: “Il Manchester City Football Club può confermare che ha formalmente avviato le procedure per uscire dal gruppo per lo sviluppo dei piano per una Superlega europea”. “Sono lieto di dare il bentornato al City nella famiglia del calcio europeo. Hanno mostrato grande intelligenza nell’ascoltare le tante voci – in particolare quella dei loro tifosi – che hanno evidenziato i benefici vitali che l’attuale sistema ha per tutto il calcio europeo”, le parole del presidente dell’Uefa, Aleksander Ceferin. “Ci vuole coraggio per ammettere un errore, ma non ho mai dubitato che avessero la capacità e il buon senso di prendere quella decisione”, ha aggiunto.

Alle 23:30 è stata convocata una riunione d’urgenza dei 12 club che hanno fatto nascere la Superlega.

Ci pare impossibile essere talmente dilettanti da firmare un passo così epocale senza valutarne le conseguenze per cambiare idea poche ore dopo. E invece lo sono.

Chelsea, Manchester City e Atletico Madrid verso l’addio alla Superlega. I media inglesi e spagnoli fanno riferimento al passo indietro di 3 dei 12 club che domenica sera hanno partecipato alla creazione della nuova competizione. Il Chelsea, secondo la Bbc, sta preparando la documentazione per uscire di scena. Anche il Manchester City sembra pronto a sfilarsi, secondo le notizie diffuse da Martin Lipton, della redazione sportiva del Sun. In Spagna, invece, vacilla la posizione dell’Atletico Madrid, che sta valutando l’ipotesi di un passo indietro.

I globalisti non sono poi così intelligenti.

Altri rumors:

Chelsea, Manchester City, Manchester United e Arsenal, ma anche Liverpool e Tottenham, sarebbero pronte a fare dietrofront nel progetto Superlega. I vertici del City avrebbero già inviato una lettera alle altre società per annunciare l’uscita dal progetto, mentre le forti proteste dei tifosi del Chelsea, che da ore sono radunati fuori da Stamford Bridge, avrebbero convinto Roman Abramovich a fare un passo indietro, seguito a ruota anche da Manchester United e Arsenal. Ma a questo punto è probabile che tutte le inglesi annunceranno il ritiro, con il Tottenham ad allinearsi. Si attendono conferme. Intanto, Ed Woodward si è dimesso dalla carica di vice presidente esecutivo dello United.




2 pensieri su “Da Superlega a ‘minilega’: “Le 6 inglesi, Barca e Atletico verso addio””

  1. È una put**nata, per il bene del calcio speriamo venga abortita.

    Come ho scritto ieri su un altro articolo che si riferiva alla SuperLega, bisogna riformare la Champions League, ripristinando alcuni meccanismi del passato. A cominciare dalla riduzione del numero di squadre partecipanti, in modo da avere più qualità e meno quantità.

    Bisogna permettere l’accesso di diritto al secondo turno a 10 squadre, ovvero la squadra campione in carica + le vincenti dei 9 maggiori campionati europei, ovvero quello belga, francese, inglese, italiano, olandese, portoghese, russo, spagnolo e tedesco, alle seconde dei predetti campionati al secondo turno preliminare, alle vincenti di tutti gli altri campionati UEFA al primo turno preliminare.

    Questa storia delle terze e delle quarte dei maggiori campionati in CL è assolutamente inopportuna.

Lascia un commento