Pantelleria, sputa sul tricolore e aggredisce i carabinieri

Condividi!

I carabinieri della stazione di Pantelleria hanno arrestato un 22enne residente a Roma ma domiciliato a Pantelleria, per violenza, minaccia, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e vilipendio alla bandiera. Nella notte dell’1 marzo, i militari dell’Arma erano intervenuti nel locale pronto soccorso dove il giovane, ubriaco, stava aggredendo il personale sanitario.

VERIFICA LA NOTIZIA

Alla vista dei carabinieri, ha iniziato a inveire contro di loro che tentavano di riportalo alla ragione, sferrando calci e pugni. I militari sono riusciti a condurlo presso gli Uffici del Comando Stazione, ma anche durante il tragitto in macchina ha insultato l’Arma e le istituzioni e, una volta in caserma, ha sputato contro i carabinieri e la bandiera italiana. Due militari hanno riportato traumi ed escoriazioni. L’arresto è stato convalidato.




2 pensieri su “Pantelleria, sputa sul tricolore e aggredisce i carabinieri”

  1. Eh, non é che il tricolore si faccia amare molto e lo stato ha rotto il cazzo, poi ti va tanto la merda al cervello che te la pigli anche con la bandiera.
    Meglio lo sputo di quelll.che fanno a roma, Dio la sprofondi.

  2. La bandiera che c’entra ? attaccare i porci per cosa ? lasciateli stare. Il tizio se l’e’ cercata. Gli sbirri li conosciamo bene. Esistono per manganellare e multare gli onesti. Non se la prendono mai coi negri spacciatori o con gli assassini. E questi li riveriscono. Il tipo, il 22enne ha sbagliato su tutta la linea. Ora paga.

Lascia un commento