Piccolo migrante aiuta lo zio a sgozzare un italiano per strada

Condividi!

La Procura per i Minori di Ancona ha indagato per omicidio volontario il nipote 17enne di Petre Lambru, il rumeno di 57 anni arrestato venerdì notte ad Ascoli Piceno con l’accusa di aver ucciso Franco Lettieri, 56enne italiano che risiedeva nella città marchigiana.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il reato di concorso in omicidio volontario è contestato ora allo zio (dalla Procura di Ascoli) e al nipote per il quale la magistratura ha disposto il fermo.

IMMIGRATO SGOZZA ITALIANO AD ASCOLI: FA IL NOME PRIMA DI MORIRE

Lo zio è stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario due sere fa dai carabinieri del Comando provinciale di Ascoli Piceno. Si tratta di un muratore romeno di 57 anni, residente anche lui in città.

Sentito durante a notte dal procuratore Umberto Monti e dai carabinieri, non ha confessato l’omicidio, ma ad inchiodarlo ci sono gli elementi raccolti dagli investigatori che immediatamente hanno avviato le indagini, partendo dal nome che la vittima ha fatto prima di morire. Sopralluoghi e riscontri nell’immediato hanno consentito di mettere insieme elementi ritenuti decisivi per l’arresto del 57enne.




4 pensieri su “Piccolo migrante aiuta lo zio a sgozzare un italiano per strada”

  1. Nel frattempo un noto imprenditore Umbro avrebbe fatto una brutta fine in Albania dove si è recato per affari i primi di Gennaio, è scomparso da 11 giorni e hanno ritrovato la sua macchina noleggiata completamente bruciata. ⬇️⬇️https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://amp.perugiatoday.it/cronaca/imprenditore-umbro-scomparso-in-albania-ritrovata-l-auto-distrutta-e-stata-data-alle-fiamme.html&ved=2ahUKEwi2z7_pq6TuAhWYtqQKHdaTBpgQiJQBMBl6BAhYEAc&usg=AOvVaw26PLAflqvyjuf1Q-nNuU9j&ampcf=1

Lascia un commento