Jihadisti decapitano altri 50 cristiani

Condividi!

Più di 50 persone sono state decapitate durante tre giorni di violenze nel nord del Mozambico, nella provincia di Cabo Delgado. Lo riporta Bbc Africa citando i media locali. Jihadisti hanno attaccato villaggi nei distretti di Miudumbe e Macomia uccidendo persone, sequestrando donne e bruciando case.

Nel villaggio di Muatide, gli islamisti avrebbero trasformato un campo di calcio in un campo di esecuzioni. Fonti locali hanno detto infatti che gli islamisti avrebbero catturato persone in fuga dal villaggio, portandole al campo calcistico e facendole a pezzi. In Mozambico centinaia di persone sono state uccise e centinaia di migliaia sono state sfollate dalle violenze di matrice jihadista iniziate più di tre anni fa.

E pensare che nessun mozambicano sale sui barconi. Nessuno per fuggire da una guerra fa migliaia di chilometri e paga per salire su un barcone. Lo fanno i benestanti, gli spacciatori e i membri della mafia nigeriana.




3 pensieri su “Jihadisti decapitano altri 50 cristiani”

Lascia un commento