ISLAMICO DECAPITA 3 PERSONE IN CHIESA NIZZA: “ALLAH AKBAR”

Condividi!

Due donne sono tra le vittime. Una è stata massacrata in chiesa, l’altra è morta dopo essersi rifugiata in un bar. La terza vittima sarebbe il guardiano della basilica, ucciso all’interno dell’edificio.

La vera emergenza è l’immigrazione, non il virus. Serve un lockdown migratorio.

Il presidente francese, Macron, andrà a
Nizza in mattinata a seguito dell’at-
tacco alla basilica di Notre-Dame.

Le vittime dell’aggressione all’arma
bianca sarebbero due donne e un uomo.
Una delle due è stata aggredita all’e-
sterno della cattedrale, mentre tentava
di rifugiarsi in un bar che si trova
nelle vicinanze.

L’attacco odierno giunge a 2 settimane
dalla decapitazione di Samuel Paty, il
professore di storia ucciso nella ban-
lieue di Parigi.

Accoltellati in Chiesa Nizza, tre morti
Scene di panico nel centro di Nizza, in
Francia. Un uomo armato di coltello ha
aggredito persone vicino alla chiesa
del quartiere Notre Dame. Tre i morti
tra cui una donna che è stata decapita-
ta. Diverse persone sono ferite.

L’autore dell’attacco all’arma bianca è
stato fermato dalla polizia. “Tutto la-
scia supporre un attentato terroristico
in seno alla basilica di Notre-Dame”,ha
detto il sindaco, Christian Estrosi.Se-
condo “Nice Matin”, l’assalitore è sta-
to catturato dopo essere stato ferito a
colpi d’arma da fuoco dalla polizia.

La polizia ha arrestato il responsabile – armato di coltello – e una squadra di artificieri si è recata immediatamente sul posto. Una delle vittime, un 70enne, sarebbe stato decapitato. Il ministro dell’Interno, Gérard Darmanin ha annunciato su Twitter che sta presiedendo una riunione di crisi al ministero dell’Interno dopo aver parlato con il sindaco della città, Christian Estrosi, che si è recato sul luogo e ha definito quanto accaduto un attacco terroristico. Proprio il primo cittadino conferma che l’assalitore avrebbe urlato “Allah Akbar” prima di agire.





Selon une source gouvernementale à l’AFP, l’assaillant a fait une deuxième victime. Il y aurait également plusieurs blessés.

Nice Matin




Jeudi matin, vers 9h, un homme a attaqué plusieurs personnes dans la basilique Notre-Dame de Nice, selon les informations d’Europe 1. Selon le premier bilan, une femme est morte, décapitée, et deux personnes ont été blessées, dont une se trouve dans un état grave. L’assaillant a été interpellé 10 minutes plus tard par la police, qui a dû ouvrir le feu pour le maîtriser.

(…) Europe 1





Vox

32 pensieri su “ISLAMICO DECAPITA 3 PERSONE IN CHIESA NIZZA: “ALLAH AKBAR””

  1. Voglio fare un breve sondaggio con i commentatori di Vox, secondo voi chi è peggio tra i tagliagola islamici di razza araba,magrebina e in alcuniccasi rari anche caucasica, o i cannibali della mafia nigeriana? A voi le risposte, tra qualche vedremo il risultato del sondaggio, sono proprio curioso.

    1. la pompino la sgualdrino e zoccolame vario…… peggio di loro nessuno! manco i froci alla nikita sventola e bladimiro guadambiolo, , ste zoccole sono subdole…… so peggio dei marroccchini! so peggio del demonio!

    2. Al primo posto i fanatici immigrazionisti perché per eliminare il problema, bisogna prima eliminare la causa;sarebbe come se si rompesse un tubo e la prima cosa a cui penseremmo sarebbe di prosciugare la pozza d’acqua creatasi.
      La Boldrini sarebbe tra le prime da mandare in esilio.

      Poi tutti gli altri non assimilabili.

      1. Perché sono vigliacchi ed approfittano della debolezza delle società occidentali ideologizzate dall’estrema sinistra.
        I Nasi non si pongono la paura del razzismo.
        La propaganda post WWII ha funzionato meglio della Bibbia.

      2. Centrato in pieno.
        Quanto ai secondi due classificati, sono entrambi determinati, crudeli oltre il limite della disumanità, abbastanza organizzati e una sciagura genetica, ma forse metterei i tagliagole al secondo posto solo perchè sono più “intelligenti” e hanno un piano di conquista non solo territoriale ma culturale, finanziato e sostenuto ideologicamente da Stati esteri. In fondo i cannibali sono “solo” quello che sono, droga puttane soldi violenza e cagare in strada, hanno una mafia potente ma non mi risulta abbiano sostegno dai Paesi di provenienza. E’ un’ardua scelta comunque, sono quasi a pari merito secondo me.
        Posso chiedere il perchè del sondaggio? Non sante alleanze in vista?

          1. E nessuno dei due è antiproiettile né ignifugo… saranno almeno compostabili? 🙂
            (scusate lo spam, si vede che sono più veloce a cliccare che a pensare)

        1. E secondo te chi potrebbe vincere in uno scontro armato tra bande per imporre le loro regole in un territorio, i tagliagole dell’isis o i cannibali della mafia nigeriana? Ps. Il perché del sondaggio è semplice curiosità, nessuna alleanza in vista.

          1. Credo dipenda solo dai rispettivi numeri e disponibilità di munizioni. Ma c’è il fondato rischio che l’alleanza la facciano tra loro, per fare il culo a noi e solo dopo vedersela tra loro. C’è anche da dire però, che non dovrebbero volersi troppo bene, gli africani sono stati venduti come schiavi dagli arabi, forse se ne ricordano ancora, sempre che la propaganda dei primi in classifica non sia già riuscita a fargli vedere l’uomo bianco come unico nemico.

          2. E poi c’è la questione religiosa, i fondamentalisti non ammettono idolatria (dal loro punto di vista ovviamente), i mafiosi nigeriani mi risulta siano degli pseudo-cristiani di facciata ma in realtà ancora dediti alle pratiche rituali native, il cosiddetto vudù, o juju come dicono loro.

          3. Da quel punto di vista, beh, hanno un dio con una scure infallibile che caccia fuoco, un’altro che è un’imbroglione piantagrane, un bravo ragazzo che finisce male… e sono in fissa coi vichinghi.

          4. Ultima e poi la pianto lì, saranno forse minoranza ma tra i balordi nigeriani ci sono anche musulmani del nord (e poi ci sono senegalesi, ivoriani e altri). Ne ricordo uno grosso come Tyson che tirava bombe carta in corso Francia inneggiando a Bin Laden, era tanto tempo fa.

  2. la sgualrdinO che dice ??….. lo sa che questi beTuini, ai ricchioni di merda gli scoppano il buco di culo,?? e pure alle femmine cretine, quelle le mettono nei sacchi neri della munnezza e le frustano a dovere se parlano!

    e la Pompino che dice ? a no quella sta morendo….non si sente piu’ e menomale!….. una che si leva dai coglioni!

    1. Nel novembre del 2015 a Marsiglia fu accoltellato un professore ebreo davanti alla scuola ebraica, a gennaio del 2015 terroristi islamici hanno attaccato un supermercato Kosher a Parigi; i terroristi islamici attaccano (eccome!) soggetti e centri ebraici in Europa ed hanno fatto parecchie vittime.
      Deve rilevarsi che gli ebrei sono un nemico esiziale per gli islamici e quindi, gli ebrei, sono assolutamente al nostro fianco, in questa guerra.
      Gli israeliani sono l’unico Stato del mondo che tiene sotto botta gli islamici senza le ignobili posizioni politically correct invalse in Europa.
      Gli israeliani hanno con i loro droni decimato (uno ad uno) i terroristi delle organizzazioni islamiche che operavano a Gaza, in Siria, in Cisgiordania e Libano; hanno altresì bombardato a più riprese i militari iraniani (in Libano).
      I capi di Hamas – si cacano sotto – a Gaza non possono neanche andare al bar, senza temere l’attacco di un drone.
      Leggiti il libro “Uccidi per primo” di Ronen Bergman e ricorda che se oggi (in Europa) gli islamici attaccano una chiesa, un centro ebraico, un mercato, stanno attaccando la nostra sovranità, la nostra libertà (che disprezzano per imporre la loro), la nostra stessa vita e non il centro di culto o il mercato.
      Quindi, a mio avviso, dobbiamo fare quadrato, tenendo gli ebrei al nostro fianco.

        1. La cosa è da interpretare, ma non so in quale senso. Ostilità, spregiudicata strategia di reclutamento, opportunistica strategia di camuffamento? “All of the above”, nel senso che una narice è ostile e l’altra invece solidale, ma sono sempre parte della stessa testa? Manovra a tenaglia? Non ne so abbastanza, e infatti solitamente mi astengo dal fare ipotesi azzardate. Certo è, che molta propaganda immigrazionista e multiculti è di origine nasale, non necessariamente ricurva. (oggi sono ispirato, ma giuro che non ho aspirato. forse è la tisana di salvia e rosmarino)

  3. É ora che anche le sedicenti destre escano gli attributi e dicano in maniera chiara che l’unico modo per l’Europa di recuperare la pace perduta é cancellare l’islam dal suo territorio. Cancellazione che può avvenire solo espellendo le comunità allogene maomettane insediatesi con l’immigrazione, e con la conversione obbligata al Cristianesimo delle popolazioni islamiche dei Balcani.

    O si fa così o altrimenti dovremo convivere con questi fatti per sempre. La convivenza pacifica con le comunità islamiche é impossibile e la storia ci dice che non é mai stata possibile. E non lo sarà mai. I maomettani sono intolleranti alla diversità, sono prevaricatori, per essi la legge coranica vale più delle leggi dello Stato che li ospita. Purtroppo i co***oni della sinistra che credono nel multiculturalismo e ce lo impongono, non capiscono tutto questo. O fanno finta di non capire perché vogliono sottomettersi.

    1. Condivido il tuo pensiero tranne su un punto.
      Indurre qualcuno a convertirsi a qualsivoglia credo significa mettersi una serpe dentro casa.
      Le comunità giudaico-cristiana e quella islamica devono essere segregate. In ogni caso gli islamici – per problemi loro – non possono vivere insieme a noi.
      Gli islamici vanno cacciati dall’Europa, come nel 1492 – gli arabi – furono cacciati dalla penisola iberica dai regnanti cattolici..

        1. I rospi meno indigesti… non so quanto siano bene accette le nostre idee né in Russia né in USA, neppure quanto possa fregargliene ad entrambi del nostro destino, e noi cosa abbiamo da offrire loro? Forse alla Russia interesserebbe toglierci dalla sfera di influenza USA, e agli USA, repubblicani o no, ovviamente il contrario. Eppure, in effetti sembra più probabile trovare sponda lontano che tra i nostri vicini di casa. Se è Russia, berremo una brocca di olio di ricino antifascista, se è America, compreremo un paio di altri F35 e “bomb bomb Iran” o qualche altro “stato canaglia” che voleva farsi solo i cazzi suoi. Vi prego, consolatemi con un bel “no, io non sarei così pessimista”.

          1. Non sarei così pessimista, ma non per prenderti per il culo, nel senso che i compromessi in politica sono in funzione della propria forza.
            Ora, non è vero come dicono i soliti per piangersi addosso o per denigrarsi che noi siamo deboli come nazione. Tuttavia nella situazione attuale, come ideologia siamo deboli. Se fosse possibile per l’Italia ottenere di espellere gli allogeni e rendere incapaci di nuocere chi resta, ripristinando quindi una società etnicamente coesa ed omogenea, già avremmo fatto moltissimo di quanto può essere richiesto alla nostra generazione.
            Le generazioni future, se potranno guardare con serenità al passato, non si chiederanno come mai non abbiamo riconquistato Nizza e l’Istria, cosa, allo stato attuale, impossibile, ma si chiederanno se siamo riusciti a far passare indenne la patria in questi decenni.
            Come i Romani antichi dobbiamo pensare di avere l’usufrutto della Terra Italia, non la sua proprietà, quindi non possiamo alienarla, né cambiarla, ma trasmetterla migliore di come l’abbiamo trovata, se possibile.
            Se questo ci costa un paio di sanzioni alla Russia, o condannare il passato fascista, pazienza. L’importante però è avere i risultati, ma il problema è che per ora non c’è traccia nemmeno di questi.

          2. Forse meglio la Russia.
            Si tratta una ricerca di alleati solidi.
            Von questo occidente debosciato che ci circonda non andremmo lontano.
            Tra l’altro, paesi europei come la Francia hanno anche vipere in seno ormai infiltrate nei loro eserciti.

      1. Può darsi sia come dici tu. Però i musulmani bosniaci, albanesi, kosovari, montenegrini e macedoni, sono pur sempre di ceppo europeo. Discendono da coloro che si convertirono all’islam durante la dominazione ottomana per non subire persecuzioni.

      2. Può darsi sia come dici tu. Però i musulmani bosniaci, albanesi, kosovari, montenegrini e macedoni, sono pur sempre di ceppo europeo. Discendono da coloro che si convertirono all’islam durante la dominazione ottomana per non subire persecuzioni.

          1. E non a caso in Iran si pratica l’islam sciita, che é meno peggio di quello sunnita. Il sunnismo é quello praticato dagli arabo-islamici. Il peggiore.

            Però i nostri esponenti di “destra” quando criticano l’islam, criticano quello dell’Iran, e non quello sunnita dell’Arabia Saudita, del Qatar e della Turchia, che finanziano il terrorismo.

  4. @Marte Ultore 4:26 pm
    Sottoscrivo, la priorità è salvare la Patria per le future generazioni. Dico però, se ci riusciamo da soli è tanto meglio. E’ questione di volontà politica principalmente. Non mi illudo che il resto del mondo stia a guardare, è ormai chiaro che esiste un piano ben congegnato e determinato per imbastardire l’Europa. Il minimo che rischiamo sono le solite fottute sanzioni, e capisco bene che per reggere avremo bisogno di alleati forti. Alleati però, non protettori. “Franza o Spagna basta che nun ce se magnano”, se dev’essere sia, ma è triste assai. Altra cosa ormai chiara è che anche in altri paesi europei la gente è stufa, per dirlo educatamente, eppure i governi, come il nostro, al massimo danno un contentino quanto fa più brutto. C’è da capire cosa e come lega le nostre (e loro) mani, tra leve di ricatto economiche, trattati vari, “diritti umani” che sono diventati subumani, quinte colonne e cellule dormienti. Perchè, anche se lo vedo improbabile, preferirei che le alleanze fossero europee, ma c’è troppa rivalità, vedi un po’ se in un momento come questo la Francia ha tempo da perdere per ciularci la cima di un monte (per fare un esempio), con amici così chi ha bisogno di nemici.

Lascia un commento