TOGHE EVERSIVE, A FILIPPINA LO STATUS DI RIFUGIATA PERCHE’ A MANILA NON C’E’ IL DIVORZIO

Condividi!

Siamo in presenza di toghe ideologicamente corrotte e un sistema totalmente marcio.




Vox

6 pensieri su “TOGHE EVERSIVE, A FILIPPINA LO STATUS DI RIFUGIATA PERCHE’ A MANILA NON C’E’ IL DIVORZIO”

  1. quindi status di rifugiato a tutte le siciliane calabresi pugliesi campane sarde che vengono bastonate dai mariti, siccome oggi mi sento frociA, prendo residenza in sicilia e mi faccio mantenere in una residenza a vita dai rottinculo di milano!…. mi sa che lo faccio davvero!… ricchioni!…. merde!

  2. Il problema serio è che stanno tutte qua a farsi mantenere le parassite puttane dei paesi-cessi come Moldavia, Rimania, Ucraina, Polonia, ecc ecc, si fanno schiavazzare in giro da tutti, le troie sempre ubriache , rubano ossigeno prezioso che non ne avrebbero assolutamente diritto, cagano nei cessi la loro merda skifosa, e cagano dalla figa anche quegli aborti semiumanoidi che poi un giorno romperanno i coglioni per strada. Maledette merde immigrate bastarde. Siete peggio di quegli assassini delinquenti dei vostri uomini.

  3. Benssimo. Caro mondo, vieni qui in Italia tanto i cretini sono disposti a mantenere tutti a sbafo e a regalare la cittadinanza a cani e porci, basta che frequentino un percorso scolastico base. L’Italia, faro della civiltà, di questo passo manterrà a fare un cazzo quasi otto miliardi di persone. Tranne gli italiani, si intende, quelli non contano niente. Anzi, sono deleteri, come tutti i bianchi.

  4. Parlando dei giudici nel lontano 55′ Francesco Masci disse “Le tortuose procedure del tribunale, dalla forte impronta cabalistica (ebraica) risultano una sabbia mobile in cui addentrarsi, cercare l’ontologia significherebbe una volta di più sprofondare, per perdersi, nell’elemento palustre”
    Una descrizione calzante e più che mai attuale.

Lascia un commento