La sanatoria truffa di Bellanova: migliaia di permessi a falsi badanti

Condividi!

Il quotidiano La Stampa ha fatto luce sul tema aggiornando i risultati della sanatoria. Il Ministero dell’Interno ha infatti comunicato che, al 31 luglio 2020, ci sono state appena 148.594 domande di regolarizzazione degli immigrati per chiedere il rilascio del permesso di soggiorno per motivi di lavoro. Un numero, tra l’altro, ben lontano dal traguardo immaginato dal ministro Bellanova. Di queste, 128.179 riguardano i rapporti di lavoro domestico; appena 19.875 sono invece relative ad agricoltura e pesca.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il 25% degli stranieri irregolari è stato assunto in famiglie della stessa etnia, per lavori probabilmente destinati a svanire come neve al sole non appena ottenuto il permesso di soggiorno. Sono pochi, se confrontati con le aspettative del governo, il quale si aspettava un boom di richieste soprattutto per quanto concerneva il settore agricolo.

Anzi: l’effetto della sanatoria è stato opposto. Dal momento che le procedure di regolarizzazione del lavoro sommerso riguardano per lo più mercati dotati di un’elevata mobilità del lavoro e caratterizzati da rapporti di breve durata (più della metà inferiore ai tre mesi), anziché creare nuovi posti il provvedimento ha aumentato le persone che cercano lavoro, aggravando una situazione tra i lavoratori immigrati e non solo, già delicatissima.

Ci sono poi le ultime rilevazioni dell’Istat a bocciare definitivamente la sanatoria del governo. I numeri relativi al giugno 2020 sono impietosi, e certificano una diminuzione di 750mila occupati rispetto all’anno precedente, 600mila dei quali dovuti alla mancata attivazione dei nuovi rapporti di lavoro stagionali e a termine. Il 20% di questi riguardano lavoratori stranieri.

Lo scandalo non sono i numeri ‘bassi’, perché quasi 200mila clandestini che diventano ‘regolari’ non è un numero basso. Lo scandalo è che sono tutti ‘badanti’ marocchini, pakistani e di altre etnica che badanti non sono. Sono spacciatori o clandestini regolarizzati con il trucco grazie alla truffa Bellanova.




Vox

5 pensieri su “La sanatoria truffa di Bellanova: migliaia di permessi a falsi badanti”

  1. Ciurma di Vox, ho letto la baruffa che è successa tra G. Matta e diversi di voi ma sinceramente non capisco da dove sia scaturito tutto quell’odio. Allora, il primo messaggio dei 50 inoltrati è di G Matta e a dire il vero sono d’accordo con lui, non ho trovato nulla di strano. Lui ha solo ribadito che gli italioti sono un popolo di PECORE e questo io l’ho sempre detto, ridetto, stradetto. E per pecore intendo la stragrande maggioranza di un popolo infame, vigliacco , frustrato, impaurito, buoni solo a fare aperitivi e strafogarsi di pizza, pasta, patate fritte perché con la panza piena si ragiona meglio ecchissenefrega, un popolo di idioti patetici che crede e si beve tutte le cazzate trasmesse da quella cricca di impostori rai, sky, mediaset. Un popolo di imbelli deficenti che portano le mascherine in agosto in spiaggia e all’aperto. A proposito, il segno distintivo dei casi umani è la mascherina. Pazienza se va indossata nei posti chiusi altrimenti non ti fanno entrare, ma all’aperto devono proprio essere dei mongoloidi ritardati invasati fanatici. E il vaccino sparatelo direttamente nel cervello dei vostri figli e lasciate in pace tutti gli altri, manica di scemopitechi fatti in serie con lo stampino. Cmq potrei continuare per ore, da quel porco di Imbroglio a tutta la sinistra di froci sardine parassiti smidollati vagabondi troie puttane e merde assortite. Voglio chiudere sottolineando che il primo nemico da combattere non è esterno, bensì interno, cioè i nostri compaesani, i falliti italiani col cervello di palta.
    G Matta probabilmente voleva dire ciò. Quindi non capisco gli attacchi a lui fatti. Poi spero di non sbagliarmi. Con tutto il rispetto verso i presenti perché mi siete tutti simpatici, da Antani a rahowa, makako, fantonas, zanetti, vocelibera, iavinia, werner, jexteller, Lorenzoblu, gretini e grullini, discord80, painter, joefallisi e tutti gli altri vecchi e nuovi.

    Boia chi molla.

    1. Ciao Adolf!Da quanto ho letto mariano non ha scritto cazzate ma as usual é partito a stecca vedendo una provocazione in quello che Lavinia ha scritto.Se uno interviene azzannando a cazzo come fa lui é normale che gli si risponda x le rime e tutta questa pompa sul nome…sono cazzi di ognuno usare un nick o il proprio nome che come giustamente ha fatto notare Antani, chi garantisce che sia vero?

  2. Eccomi. Sono sia Lavinia che Zanetti, avevo cambiato il nickname. Se leggi più attentamente Adolf vedrai che da parte di marianomatta c’è stato un escalation di provocazioni nei miei confronti, ma anche in direzione di altri utenti, del tutto gratuite e molto volgari. Nessuno l’aveva offeso, l’unica motivazione plausibile è quella che ho ipotizzato negli ultimi commenti in fondo al thread. Poi uno può sbroccare perché è fatto o ubriaco ma si sa che l’inconscio emerge comunque… anzi! 😉

Lascia un commento