Fughe di massa di tunisini dalla quarantena: poliziotti pestati

Condividi!

Stamane, tra le 9 e le 10, i clandestini, in gruppo, hanno assaltato il portone d’ingresso per disperdersi tra le zone boschive circostanti. È subito scattata l’allerta e sono state avviate immediatamente le ricerche da parte degli uomini delle forze dell’ordine operanti sul territorio, con il supporto di due elicotteri del corpo forestale e della polizia, alzatisi in volo per agevolarne l’individuazione.
La struttura Park Hotel, riconvertitasi da anni all’accoglienza dei fancazzisti, già da settimane è presidio interforze, con mezzi e uomini di polizia, carabinieri e guardia di finanza presenti sul posto in una turnazione costante per sorvegliare i gruppi sottoposti alla quarantena.

VERIFICA LA NOTIZIA

Non si sa se parliamo di infetti o meno. Diversi tra i clandestini del gruppo dei 23 scappati stamane sono ancora in fuga. Sono alloggiati nel centro di accoglienza nella struttura alberghiera “Piano Torre Park Hotel”, nel Comune di Isnello, sulla provinciale madonita in direzione di Piano Battaglia.

Nella mattinata odierna fuggiti tunisini anche in Molise, dalla struttura dove erano stati accolti (“Il Tratturo” di Campolieto, dove erano stati portati dopo il loro arrivo in Provincia) e, nel tentativo di sfuggire agli agenti, hanno dato luogo ad una colluttazione causando ai due operatori di Polizia diverse lesioni.

Gli stranieri, rispettivamente di anni 19 e 22, sono stati quindi arrestati per i reati di lesioni, resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale e portati presso le camere di sicurezza della Questura, sottoposti a tampone per il Covid-19 ed in attesa dell’udienza di convalida che si terrà nella mattinata di domani.




Vox

3 pensieri su “Fughe di massa di tunisini dalla quarantena: poliziotti pestati”

    1. ma poi dico una cazzo di legge che dica, se fai un reato un qualsiasi cazzo di reato su suolo italiano nel frattempo che stai a rompere i coglioni a fare il parassita a scrocco aspettando uno status di rifugiato che e’ finto, automaticamente non hai diritto ad un cazzo , e a calci in culo devi ritornartene in africa a sucare il cazzo ai cammelli!… la facciamo sta cazzo di legge…… magari uno stesse in texas , li ti ammazzano e ti danno in pasto ai coyote senza tanti complimenti

Lascia un commento