Paragone contro le tasse di Conte: “Pagate in nero, io lo faccio” – VIDEO

Condividi!

“Voglio essere scorretto fino in fondo – mette le mani avanti -, se andate a mangiare in un ristorante e vi trovate davanti pochi tavoli, pagate in contanti e non fatevi rilasciare nulla perché quella si chiama evasione da sopravvivenza”. Per Paragone il mondo bancario sarà salvato mentre le famiglie non arriveranno a fine mese: “Ora mi vengono a raccontare la favoletta della tracciabilità del contante – prosegue in una chiara frecciatina al Movimento 5 Stelle -, come se quello fosse il vero bubbone dell’evasione”. Secondo il fu pentastellato esiste “un nero di sopravvivenza, io non mi faccio rilasciare la ricevuta, pago in nero visto che non me la sento”, confessa senza mezzi termini.

Visto che poi le tasse servono a mantenere 100mila parassiti in hotel e ad affittare navi di lusso per tenerli in quarantena, è anche legittima difesa. Lo Stato deve fallire perché lo Stato è contro il popolo.




Vox

2 pensieri su “Paragone contro le tasse di Conte: “Pagate in nero, io lo faccio” – VIDEO”

  1. la giornata di un troll piddaro cesso fallito vecchio e sfigato del bd : h 24 sul recchiunquotidiano a scrivere coglionate di cesso qualì, poi sul giornale a insultare gli altri , poi su liberouqotidiano a provocare gente giusta: maurizizo accicchia sei un cesso, sputati da solo!

Lascia un commento