Bambino difende la mamma da branco di neri: pestato a sangue – VIDEO

Condividi!

AGGIORNAMENTO: siamo risaliti al video originale, le violenze in Australia. Il video non sarebbe recente. E’ comunque importante diffonderlo.

Questo accade quando sono in numero sufficiente. In Italia abbiamo sentore della loro arroganza già da questo:

Poi faranno, e in molti casi già fanno, questo:

Accade in Australia.




3 pensieri su “Bambino difende la mamma da branco di neri: pestato a sangue – VIDEO”

  1. Approfitto dello spazio in maniera bieca per lanciare un *APPELLO* che riguarda in maniera indiretta l’infanzia e riguarda un certo modo di intendere la rete e le comunità virtuali “sane”.

    Il sito cartoontorrent.org rischia di chiudere i battenti dopo circa dieci anni di onorato servizio.
    Si tratta fondamentalmente di una comunità di genitori che condividono cartoni animati in maniera totalmente gratuita e il 99% delle versioni condivise sono assolutamente legali.
    Mi piace sottolineare che, a occhio, sia una comunità di Italiani purosangue quasi tutti con prole.
    La comunità affronta attualmente due problemi principali:
    1) utenti e contenuti
    2) amministrazione

    Il problema 1) è legato alla mancanza di Ripper/Uploader.
    Senza Ripper/Uploader il sito non viene alimentato di nuovi contenuti.
    Di conseguenza, gli iscritti del sito si sono rivolti altrove non visitandolo più e non condividendo il vecchio materiale.
    Il problema 2) è legato alla mancanza di tempo del “server admin”

    Di conseguenza, servirebbe qualcuno che:
    – si faccia carico della registrazione del dominio (costi e responsabilità)
    – si faccia carico del noleggio del server (costi e responsabilità)
    – si faccia carico della manutenzione del sito (backup del database, del sito in se, etc.) (tempo)

    Lo staff attuale non è interessato a riconvertire il sito in un’altra piattaforma e quindi con il sito offline i torrent smetteranno di fatto di funzionare.

    Ci tengo a precisare che io c’entro solo come semplice utente e che se qualche anima buona fosse interessata a fornire il proprio aiuto dovrebbe anche prendersi la briga di contattare personalmente i gestori del sito.

    Scusate l’occupazione indebita.

Lascia un commento