ONDATA CONTAGI TRA IMMIGRATI IN SPAGNA: LOCKDOWN PER 200MILA PERSONE

Condividi!

Lockdown in Spagna per oltre 200mila persone dopo l’aumento dei casi di coronavirus. La Catalogna ha adottato provvedimenti restrittivi per la provincia del Segrià e per circa 210mila abitanti di 38 comuni dopo l’aumento di casi e di ricoveri.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ricordiamo che la Spagna non dà praticamente dati da un mese per non turbare il mercato turistico.

I cittadini sono invitati a limitare gli spostamenti, mentre la provincia si trasforma in una zona rossa su cui vigilano agenti dislocati in 25 punti di controllo.

Come si legge sull’edizione online di El Mundo, il nuovo allarme è legato anche alle infezioni segnalate tra i lavoratori stagionali per la raccolta della frutta. In molti casi si tratta di immigrati privi di domicilio, che dormono per strada o che si procurano sistemazioni di fortuna, in condizioni igienico-sanitarie a dir poco precarie.

Noi stiamo facendo lo stesso errore. Stiamo importando decine di migliaia di immigrati senza alcun controllo:

Ponte aereo per 50mila lavoratori extracomunitari verso l’Italia

Finirà male. E Conte dovrà pagare.

Coldiretti e le varie associazioni che incitano ad importare manodopera a basso costo dovranno essere chiamate a rispondere in caso di lockdown anche in Italia. Dopo quei deficienti al governo, che ci hanno tenuto in casa per mesi e scassano con le mascherine, e poi scaricano migliaia di sconosciuti in questo nostro povero Paese.




Un pensiero su “ONDATA CONTAGI TRA IMMIGRATI IN SPAGNA: LOCKDOWN PER 200MILA PERSONE”

Lascia un commento