VIMINALE HA MENTITO: ONG CASARINI PIENA DI CLANDESTINI CONTAGIATI

Condividi!

Il governo ha mentito per ore sulla presenza di almeno una decina di contagiati a bordo dell’ong. Quante altre cose ci nascondono?

E’ arrivata anche la conferma ufficiale da parte della stessa Ong, che ha ammesso la positività di otto clandestini dopo che, per ore, il Viminale, incalzato da Salvini e dal governatore siciliano Musumeci, ha negato: “Siamo stati informati dalle autorità sanitarie che 8 dei 43 tamponi laringofaringei effettuati ieri pomeriggio sulle persone sbarcate ad Augusta da nave Mare Jonio sono risultati positivi al Covid-19”. Mediterranea Saving Humans, nella nota aggiunge: “L’equipaggio di nave Mare Jonio è adesso all’ancora nel porto di Augusta, già in quarantena”.

L’annuncio era stato fatto dal governatore siciliano:

Dei 43 immigrati sbarcati ieri ad Augusta, 8 sono risultati positivi al #Coronavirus. Si trovano a #Noto e non su una…

Posted by Nello Musumeci on Thursday, July 2, 2020

Il Viminale ha negato per ore, insistendo che l’infetto fosse ‘solo’ uno. Nonostante le richieste del leader dell’opposizione:

A questo punto la domanda è: quante altre cose ci nascondono? Quanti immigrati sbarcati sono infetti? Stanno per rovinarci l’estate.




3 pensieri su “VIMINALE HA MENTITO: ONG CASARINI PIENA DI CLANDESTINI CONTAGIATI”

  1. La vita e’ un gioco vox, ed il nostro avversario Conte ci sta sfidando col coronavirus, che importa per prolungare lo stato di emergenza su cui legittima il suo governo. Dobbiamo raccogliere la sfida contrattaccando con le sue stesse armi ovvero, ovvero col Coronavirus. Non importa il colore del gatto, l’importante è che prenda i topi. Viva il Coronavirus, tanto peggio tanto meglio, se esiste come spero ma non credo.

  2. Ma queste mezzeseghe del centrodestra, essendo riusciti, tra governatori e opposizione inesistente, a rinchiudere in casa tutta l’idaglia per paura di Corona-chan, non potrebbero fare in modo, per lo stesso motivo, di bloccare per sempre gli sbarchi? Domanda retorica.

Lascia un commento