Chef Rubio difende il richiedente asilo che ha arrostito il gatto: “Aveva fame”

Condividi!

“Invece di inveire e insultare un uomo affamato e disperato, disposto a mangiarsi un gatto per strada, avresti potuto aiutarlo, capire la sua situazione e sfamarlo. Invece no, hai preferito umiliarlo e riprenderlo col cellulare così da sentirti migliore”. Così Chef Rubio, difende il richiedente asilo ivoriano che ha arrostito per strada un gatto. Dopo averlo ammazzato.




7 pensieri su “Chef Rubio difende il richiedente asilo che ha arrostito il gatto: “Aveva fame””

  1. Vai pezzo di merda a fan culo.
    Fai schifo come i piatti di pastasciutta che ingurtitavi come un maiale.
    I tuoi poveri negretti invece si dovevano cucinare il gatto per la fame. Cretino.
    Qui in Italia gli unici ad aver fame sono gli italiani, quelli che ti pagavano le fatture a fine mese.
    COJON

  2. Le cose sono due o chef Rubio cucina anche lui piatti creativi con ingredienti “innovativi”, oppure di cucina, a parte la porta che da sul retro dove ci sono i bidoni della spazzatura, ne sa ben poca. Preferisco la cucina povera delle nonne che la sua radical chic

Lascia un commento