Missione compiuta, Orban restituisce i pieni poteri al Parlamento

Condividi!

L’Ungheria si avvicina alla fine dello Stato d’emergenza pandemica: lo ha detto Viktor Orban nel corso della sua visita in Serbia, dove ha incontrato il presidente Aleksandar Vucic.

Orban, all’inizio della crisi, aveva ottenuto dal Parlamento i pieni poteri in modo da poter agire via decretazione d’urgenza in risposta alla crisi del Covid.

Ora il premier ha detto che si avvia a restituire al Parlamento quei poteri straordinari che gli erano stati concessi.

Finita l’emergenza, come nell’Antica Roma, il dictator restituisce i suoi poteri eccezionali.

Noi, invece, oggi abbiamo un abusivo che decreta senza maggioranza.

Il partito di Orban, dopo l’ennesima grande vittoria elettorale, gode di un’ampia maggioranza in Parlamento. In Europa, fa ancora parte, ma in regime di sospensione, del Partito Popolare Europeo, insieme a Forza Italia e alla CDU di Angela Merkel.




Vox

4 pensieri su “Missione compiuta, Orban restituisce i pieni poteri al Parlamento”

  1. La loro ragion di Stato, il motivo fondante del loro Stato-nazione, è l’anticomunismo di un popolo che ha sofferto un regime comunista. Al contrario, quella della Repubblica Italiana, è il comunismo partigiano di uno Stato-nazione fondato sul tradimento e la distruzione del popolo per attuare un “ideale superiore” giudaico-marxista.

  2. noi abbiamo salvino che si mangia la nutella e spara cazzate. Al momento che il suo signore e padrone gli darà il permesso scenderà in piazza mascherato e distanziato a sparare 4 cazzate e fine li. Opposizione INDEGNA!

  3. Oddio paragonare Orban a Cincinnato mi sembra un po’ enfatico, ma la speranza di avere un Orban, almeno, se non un Cincinnato che pure ci meriteremmo, visto che siamo Romani, dobbiamo mantenerla.

Lascia un commento