Sondaggio: Lega sale e Pd scende, presto l’effetto ‘Aisha’

Condividi!

E ancora non c’è l’effetto ‘Aisha’.

La Lega sale, il Partito Democratico scende. E’ quanto emerge da un sondaggio sugli orientamenti di voto degli italiani effettuato da Swg per il Tg di La7. La Lega di Matteo Salvini è sempre il primo partito al 27,8%, in crescita dello 0,5% rispetto a una settimana fa. Alle sue spalle c’è ancora il Pd, che però perde lo 0,7% attestandosi al 19,5%. Il Movimento 5 Stelle fa segnare un +0,5% e si porta al 16,7% davanti a Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni al 14,6% (-0,3%). Trend positivo per Forza Italia al 6% (+0,7%), leggera flessione per Sinistra Italiana (3,1%, -0,2%) e Italia Viva (2,7%, -0,3%).

Piano piano, con la fine del cosiddetto ‘lockdown’, i sondaggi riporteranno la Lega al 34 per cento. Il calo è solo un errore nell’individuare l’universo della popolazione da sondare.




Vox

9 pensieri su “Sondaggio: Lega sale e Pd scende, presto l’effetto ‘Aisha’”

  1. Per me i sondaggi non hanno senso, é come se la gente saltasse da destra a sinistra di continuo!Sono solo campioni non rappresentativi.In un mondo normale il pd non esisterebbe nemmeno!

    1. L’elettorato é molto variabile rispetto alla Prima Repubblica, perché oggi non esistono più i partiti ideologici, prima sì. Difficilmente in passato, un elettore DC passava a votare PCI, piuttosto restava a casa. E infatti, ad esempio, lo strepitoso risultato del PCI alle Politiche del 1975, in cui ottenne il 34% dei voti, fu più dovuto al calo dei consensi della DC al 38%, poiché una parte dei suoi elettori, scontenti delle troppe aperture alle sinistre, si astennero dal voto. Oltre anche al fatto che ci furono molto giovani che votarono comunista malgrado i genitori votassero scudocrociato.

    2. infatti
      in un mondo normale, non esisterebbe il PD, lista Bonino, italia viva
      e neanche la LEGA, Berlusconi, La Meloni, il M5S, , ecc

      sembra di vivere in un mondo di pazzi con seri problemi mentali

  2. Oh beh se il sondaggio lo fa Repubblica il pd è in testa, se lo fa Libero i sovranisti superano tutti alla grande.
    Tutto è truccato al giorno d’oggi, in genere mi fido solo di quello che vedo coi miei occhi.
    Comunque non riesco a capire che razza di partito di merda sia il pd, se ci sono tanti comunisti perché non votano sinistra italiana? L’altra volta un loro esponente in tv diceva cose quasi sensate, ce l’aveva con l’attuale governo, che è davvero la cosa peggiore che ci possa essere per l’economia e per gli italiani.

  3. Di una cosa bisogna dare atto a Conte, che nonostante sia un parvenu della politica, un avvocatuncolo di provincia, senza nessun seguito e sostegno personale, sia riuscito ad andare al non solo a governo, ma a restarci nonostante un periodo di due anni così burrascoso ed una maggioranza a geometrie variabili scricchiolante da tutte le parti.
    Naturalmente il merito non è di conte, ma dell’abuso di potere di certi partiti e del timore che hanno del volere popolare. E siccome hanno tutti come obiettivo esclusivamente quello di comandare, o scomandare, nonostante non abbiano alcun progetto condiviso (e questa è una fortuna per molti aspetti), e di non tornare da dove sono venuti in molti casi, o fuori dalle stanze dei bottoni in molte altre, non avendo altri nomi mandano avanti conte medesimo. Che nel frattempo dice grazie grazie, ma si rivela sempre più un pericolo per le istituzioni democratiche.

  4. Conte è sostenuto dalla ue, dalla magistratura che ha un ruolo importantissimo, vedi patronaggio che ha scavalcato il potere e il volere di salvini, il capo dello stato, se azzardi una sommossa ci sono nemici dei cittadini forze dell’ordine e esercito. Una rete mafiosa così fitta come fai a sfondarla?

  5. Concordo ma questo mette solo in luce la debolezza dei patrioti, sia quelli ‘hard’, sia quelli più ‘moderati’ come Salvini, Meloni e gli altri. E del resto lo si vede anche dalla castrazione mediatica autoimposta. Nel panorama internazionale vedo solo Trump e Putin, per ragioni diverse, liberi di dire quel che vogliono senza troppi patemi d’animo, gli altri vengono azzannati se solo si allontanano di poco dal politicamente corretto ed aggiungerei, ‘lecito’. Perché se vai oltre ormai si arriva quasi alla denuncia penale e la persecuzione giudiziaria, questa è la loro libertà di espressione.

Lascia un commento