Coronavirus, sembra funzionare il vaccino italiano: ma Conte preferisce Bill Gates

Condividi!

AGGIORNAMENTO:

“Sulla base dei dati finora disponibili
l’Istituto nazionale malattie infettive
ritiene con non sia possibile giungere
a conclusioni di qualunque natura sull’
efficacia del potenziale candidato vac-
cinale”. Così lo Spallanzani di Roma
sulle dichiarazioni di un’azienda sul
vaccino “Made in Italy”.

L’azienda aveva parlato di “risultati
incoraggianti”,dopo una sperimentazione
sui topi.”Un comunicato che “non è sta-
to concordato con l’Inmi né da esso au-
torizzato”, commenta lo Spallanzani.

Ci vorrà comunque molto tempo e non è neanche detto che un vaccino venga mai sviluppato.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il vaccino italiano avrebbe neutralizzato il virus all’interno delle cellule umane. Lo ha riferito Luigi Aurisicchio, amministratore delegato dell’azienda di Pomezia che l’ha messo a punto.

Il test è stato effettuato allo Spallanzani di Roma. E’ stato possibile grazie all’esperienza dell’istituto, che dopo aver isolato per primo il coronavirus ha messo a punto un metodo per verificare l’efficacia di vaccini e molecole direttamente su quest’ultimo.

“Procedendo con questi ritmi sarà possibile avviare da luglio le prime sperimentazioni sull’uomo” ha spiegato il direttore sanitario, Francesco Vaia aggiungendo che “se i primi test daranno un esito positivo, porteranno nel 2021 alla somministrazione del vaccino su un alto numero di persone a rischio e, spero, alla dimostrazione della sua efficacia”.

“È andata bene – ha detto Aurisicchio – il saggio effettuato sul virus di Covid-19 allo Spallanzani ci ha permesso di individuare i due ‘candidati vaccini’ più promettenti. Nel giro di due settimane avremo i risultati di un mega-studio in corso a Castel Romano che ci dirà quanto dura la risposta immunitaria innescata, e ci permetterà di individuare il vaccino migliore da portare in sviluppo. E, se tutto andrà bene, potremo iniziare gli studi sull’uomo dopo l’estate: vogliamo farli a Napoli, con il gruppo dell’oncologo Paolo Ascierto“.

Mentre un altro laboratorio romano, la Irbm di Pomezia, insieme con il gruppo di Oxford ha già avviato i test sull’uomo, la Takis continua la sua corsa.

“Avevamo messo a punto cinque candidati vaccini contro il virus Sars-Cov-2 – ricorda – che nei test sui topi hanno mostrato una forte immunogenicità, con una buona risposta anticorpale. Il saggio allo Spallanzani ci ha permesso di individuare i due che danno una risposta migliore: non è tanto la quantità di anticorpi, ma la qualità che è in grado di neutralizzare bene la regione ‘chiave’ della proteina Spike“, la proteina che il virus usa per penetrare nelle cellule.

“È vero, altri gruppi sono già ai trial sull’uomo – ammette Aurisicchio – ma noi abbiamo voluto valutare con un saggio funzionale direttamente sul virus l’efficacia dei nostri candidati. E lo potevamo fare solo allo Spallanzani. Questo ci ha permesso di individuare i due più promettenti. Nel giro di due settimane avremo altri risultati, frutto dello studio che si chiude oggi a Castel Romano. Un’azienda austriaca produrrà poi il vaccino su larga scala per avviare lo studio sull’uomo dopo l’estate. Ma la nostra speranza è quella di accedere al mega-finanziamento europeo che verrà annunciato oggi, mirato proprio allo sviluppo di un vaccino. E di riuscire a svilupparlo in Italia”.

Intanto Conte preferisce finanziare la ricerca di Bill Gates invece dei due vaccini italiani:

Conte finanzia il vaccino di Gates coi 100 milioni negati a quello italiano




Un pensiero su “Coronavirus, sembra funzionare il vaccino italiano: ma Conte preferisce Bill Gates”

  1. il covid, o come cavolo lo chiamate è una variante a Rna. Muta. E si lega agli altri mRna presenti nell’influenza. Ha la stessa vita della Sars. Non esiste e non esisterà mai un vaccino che ti dia gli anticorpi per un anno e poi anche per l’altro. Perchè gli Rna cambiano da un anno all’altro. Perciò dovrete farlo ogni anno. Il sistema immunitario si indebolirà a tal punto che ad un certo punto il vaccino sarà inutile, e morirete. Punto.

Lascia un commento