L’eletto PD: “Senza migranti non avremmo da mangiare”

Condividi!

Della serie invasati d’alto bordo. Secondo Pietro Bartolo, l’ex medico di Lampedusa portato all’Europarlamento dal PD, il coronavirus deve essere l’occasione per regolarizzare tutti i clandestini “al fine di permettere loro l’accesso all’assistenza sanitaria”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Come se ora non l’avessero lo stesso. Bufalaro buonista.

La tesi di Bartolo è delirante: “Se noi ancora oggi abbiamo di che mangiare dobbiamo dire grazie anche a queste persone invisibili che ci danno questa possibilità, sono persone che ancora oggi, in modo non normale, lavorano nei campi e rischiano di prendersi questo virus”.

Se non ci fossero loro, ci sarebbero i nostri disoccupati per paghe normali:

Nella “sua” Lampedusa, intanto, sono ripresi gli sbarchi. Ma lui se la spassa a Bruxelles.




4 pensieri su “L’eletto PD: “Senza migranti non avremmo da mangiare””

  1. Anzi bisognerebbe istituire un bel concorso a premi: “l’immigrato delll” anno” con tanto di televoto in diretta tv e coroncina d’alloro. Primo premio: un volo di sola andata per il suo paese d’ origine. Eroi

  2. Il medico ringrazia per la mangiatoia, se in tutto il mondo dilaga il coronavirus, presso le alte schiere globalisti dilaga la meningite acuta demenziale. Per il coronavirus ci sarà un vaccino prima o poi, per i globalisti, no.

Lascia un commento