La mascherine cinesi disperse, la bizzarra difesa di Zingaretti

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
“La Regione Lazio mente sul caso delle forniture di mascherine sollevato oggi da Fratelli d’Italia. Ha ragione il nostro consigliere regionale Chiara Colosimo nel denunciare gli approvvigionamenti-fantasma della regione Lazio dovuti a incauti affidamenti. Il comunicato di precisazione dell’istituzione guidata da Zingaretti, tanto per spiegarne la serietà, parla di rapporti che l’azienda menzionata avrebbe ancora con la Protezione Civile e sui quali con una interrogazione chiederemo immediati chiarimenti.

La stessa Regione Lazio imputava in atti formali l’azienda, che ora nel comunicato stampa difende, di gravissime inadempienze più simili a truffe che a semplici millanterie. Ad esempio i continui rinvii sulla consegna delle merci mai recapitate, oppure le presunte spedizioni delle forniture su non meglio precisati voli aerei che si sono rivelate non veritiere. Sono casi di questa natura che fanno inorridire a sentir parlare di sanatorie, che capiamo il Pd tenti di veicolare”. Lo dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida.

Zingaretti compra mascherine che non esistono: cinese scappa con l’anticipo di 11 milioni di euro




Un pensiero su “La mascherine cinesi disperse, la bizzarra difesa di Zingaretti”

Lascia un commento