Dopo 10mila morti Conte non si dimette: mancia di 6 euro ad italiano per fare la spesa

Condividi!

Solita ridicola conferenza stampa di Conte. In cui annuncia mance che andranno ai soliti noti.

VERIFICA LA NOTIZIA

Abbiamo appena firmato Dpcm per girare la somma di 4,3 miliardi ai Comuni per l’emergenza alimentare: i sindaci potranno erogare già dalla prossima settimana buoni spesa per i cittadini più bisognosi.

Scommettiamo che finirà tutto alle solite Caritas e compagnia per mantenere i soliti immigrati. Ma anche finisse agli italiani per “fare la spese”, sarebbero 70 euro ad ogni italiano per fare la spesa.

Dovevano finire sui conti correnti o in tasca ad ogni italiano. Non in mano ai sindaci.

E poi non è nemmeno così. Perché erano fondi già previsti per fine maggio che vengono anticipati. Il di più, quindi il reale bonus-spesa, sarebbero 400 milioni che sono appena 6/7 euro per ogni italiano.




5 pensieri su “Dopo 10mila morti Conte non si dimette: mancia di 6 euro ad italiano per fare la spesa”

  1. Il reddito di cittadinanza ufficialmente aveva dei criteri secondo i quali veniva erogato, isee ecc sappiamo tutti dal programma delle iene che agli italiani che ne avevano diritto venivano elargiti soltanto 40 euro mensili, ma qua non c’è l’ombra di indicazioni. La caritas non è un organo statale non credo proprio possano beneficiare direttamente per poi distribuirli a chi vogliono.
    Questi prendono soldi dai privati e lasciti sotto forma di immobili ma ovviamente i proventi non vengono utilizzati per i poveri, ai quali danno esclusivamente gli alimenti cee, che sono gratis per l’organizzazione. Hanno il racket del lavoro ma vengono favoriti esclusivamente stranieri.

Lascia un commento