Coronavirus dilaga in Africa, allarme Oms: “evoluzione drammatica”, allarme barconi

Condividi!

La situazione dell’epidemia di coronavirus in Africa è “molto preoccupante, c’è un’evoluzione drammatica, con un aumento geografico del numero dei Paesi e anche del numero dei contagiati”. E’ l’allarme lanciato dalla direttrice regionale dell’Oms per l’Africa, Matshidiso Rebecca Moeti.

VERIFICA LA NOTIZIA

Da qualche giorno, “ci sono 39 Paesi con circa 300 casi al giorno”, per un totale di 2.234 casi, ha aggiunto, avvertendo che le misure di isolamento sono difficili da adottare dove “c’è una vita comunitaria molto forte. Dobbiamo trovare altri metodi di igiene per minimizzare la propagazione”.

Eppure:

Voi chiusi in casa e sbarcano 44 clandestini: tutti con la mascherina!




13 pensieri su “Coronavirus dilaga in Africa, allarme Oms: “evoluzione drammatica”, allarme barconi”

  1. Mia cara Corona-chan,
    sarei molto felice se la tua venuta aprisse una nuova era di spiritualità in questo disgraziato mondo. Mi piacerebbe quindi che Tu assurgessi al ruolo di nuova divinità del mio sfortunato popolo. Sarebbe quindi carino se, visti tutti i sacrifici che facciamo per te, tu facessi una grazia a noi.
    Sono certo che la nostra nuova conoscenza possa essere proficuamente approfondita.
    Ringraziandoti anticipatamente, romanamente ti saluto ad almeno un metro di distanza di rispetto.

      1. Ti ringrazio, ma in effetti c’è già un tizio sui siti cambogiani di tette in 2D che passa per tale. 😀
        Per darvi una idea, la sua ultima “preghierina” è la seguente:

        We stand united by our faith in Corona-Chan and our love for her divine presence
        Together we shall praise her deeds and give her our energies
        The survivors among us will live to create a brand new world, a pure world.
        And those among us who might fall during the Great Collapse and leave this plane of existence shall never be forgotten
        The bond between Coronian Cultists is unbreakable, for we are eternal brothers in faith

        Ne produce circa una al giorno. Le ultime sono più “poetiche” tipo questa mentre le prime erano molto più apocalittiche. Ma man mano che il virus si avvicina la gente smette di essere “inaffondabile”.

  2. E dopo? Non ci sarà nessuna strage di africani perché sono troppo fortunati. Ormai sembra che questo sia il loro secolo, tutto gli fila in maniera liscia e si stanno impadronendo dell’Europa.

  3. Allora, il virus produce effetti affievolenti sul gusto e sull’olfatto del contagiato, e questo potrebbe in effetti rendere più sopportabile la vicinanza di un negro. Oltretutto, il distanziamento obbligatorio di un metro rema nella stessa direzione di rendere più sopportabile la presenza del negro. Ma oltre a ciò non vedo grosse opportunità per i negri da noi.

  4. Oggi c’era una schifosa negra che tossiva per strada, aveva la mascherina, sicuramente era uscita incurante della quarantena, era distante 10 metri, sono scappata a gambe levate. Sti bastardi mettono a repentaglio la nostra vita. Per il fatto di essere…fortunati ho seri dubbi, chi vorrebbe guardarsi nello specchio e vedere una merda? 😝

    1. D’accordo Lavinia, noi bianchi esteticamente siamo i migliori, e non solo rispetto agli africani. Il fatto é che siccome viviamo in un’epoca in cui dominano la perversione morale e il degrado culturale assoluti, i colorati sono tutti coccolati, mentre invece c’é un odio e un disprezzo verso noi bianchi, che sono spaventosi. E la cosa più grave é che questi due sentimenti negativi sono manifestati più da noi bianchi stessi che dagli altri. In parole povere autorazzismo, che é la vera piaga in Europa e in Italia, non il razzismo. Magari odiassimo gli altri (per quanto sia sbagliato), il vero problema é che odiamo noi stessi.

      Oggi come oggi, se una bella ragazza bianca dicesse apertamente che vuole solo un uomo bianco e cristiano, e che vuole farci figli, viene subito etichettata come “razzista”, quando in realtà il suo é un desiderio più che legittimo e naturale. Invece secondo la propaganda liberalprogressista a reti unificate, la donna bianca deve essere promiscua, concedersi sessualmente ai maschi di altre razze e religioni, in particolare i negri. Ecco perché dico che sono fortunati e va tutto a loro favore, perché sono sostenuti, coccolati, una cosa assurda. É pure scoppiata una pandemia globale, e a quanto pare ne sono immuni, a differenza dei bianchi, se non é fortuna questa.

      1. Werner dipenderà dal carattere, io non sento il bisogno di essere ne coccolata ne appoggiata, vado dritta per la mia strada incurante di chi forse mi vorrebbe diversa, più remissiva, più accogliona. Non mi sfiora il fatto che qualcuno mi possa considerare razzista, anzi se devo dire il vero mi rende orgogliosa, perché dimostra che sto facendo realmente qualcosa di tangibile in tal senso, che sia propaganda o altro…
        Tutto dipende dal TUO stato d’animo e dalla consapevolezza di essere nel giusto. I sensi di colpa che pensano di instillare nell’incerto io li trovo risibili.
        Per dirlo alla romana “me rimbalza!”

Lascia un commento