Centinaia immigrati evitano la quarantena: “Fanno quello che vogliono” – VIDEO

Condividi!

Fenomeno ormai evidente in tutta Italia. Prima mangiano a spese nostre nei centri di accoglienza e poi escono in branco.

“Non è cambiato nulla, gli ospiti dello Sprar continuano a fare come gli pare. La gente è stanca, questa disparità di trattamento rischia di scatenare una guerra tra poveri”, dice uno dei residenti del VI Municipio, Roma, città è praticamente deserta, con gli stranieri si allontanano indisturbati dai centri di accoglienza. In branco.

VERIFICA LA NOTIZIA

E dopo giorni di denunce, nulla è cambiato. Loro possono: “Anche oggi gli ospiti del centro di via della Riserva Nuova erano a spasso”. “Quel posto è un porto di mare, li vediamo andare e venire a tutte le ore del giorno e della notte, il cancello è sempre aperto e non c’è nessun tipo di vigilanza, neppure ora che spostamenti e assembramenti sono vietati”. “Passano le giornate nel parchetto vicino al centro, cucinano, bivaccano e nessuno gli dice niente”, denuncia.

Nicola Franco, consigliere di Fratelli d’Italia in VI Municipio. “Sul nostro territorio insistono i due terzi degli Sprar romani, stiamo parlando di una ventina di strutture che ospitano circa duemila persone”, spiega il consigliere. “Se non si mette un freno ai continui spostamenti – avverte allarmato – rischiamo un picco di contagi, il quartiere è in subbuglio e ogni giorno arrivano nuove segnalazioni”. “Abbiamo provato a chiedere chiarimenti alle cooperative che gestiscono i centri, ma è stato un buco nell’acqua – annota con amarezza – dicono che non possono sequestrarli”. Una risposta pilatesca per l’esponente di centrodestra. “Il governo ha inasprito le sanzioni per chi aggira le misure restrittive, bene, propongo che a pagarle siano le cooperative”.

Ma poi: perché mentre non abbiamo soldi per combattere l’epidemia, e ci avviamo ad una depressione economica senza precedenti, continuiamo a sollazzare 85mila fancazzisti in hotel per finti profughi? E’ questo il primo scandalo.




3 pensieri su “Centinaia immigrati evitano la quarantena: “Fanno quello che vogliono” – VIDEO”

  1. Si sa che i migranti illegali godono solo di diritti e non sono tenuti a doveri di alcun genere ma in questo caso fanno bene a non rispettare delle disposizioni restrittive della libertà più dannose che inutili.

  2. Gli italiani però ci stanno volenti o nolenti sequestrati. Se davvero scappassero da fame miseria guerra e compagnia avrebbero un altro comportamento. Non escludo che tra loro ci siano bisognosi, sono una minima percentuale, qui è ora di darci un taglio. Conte e tutta la combriccola degli abusivi, finito il virus devono essere spediti a casa. Con le loro pol scellerate degli ultimi 7/8 anni hanno reso l’Italia da un gran paese ad un paesello. Bona le’, tradotto in italiano è basta

Lascia un commento