Servizi tedeschi: “Italia ha traghettato mafia nigeriana in Europa”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Con le nostre frontiere porose in ingresso, non esportiamo solo il ‘coronavirus’. Dopo averla importata sui barconi grazie ai traghettamenti di massa del PD, esportiamo anche la mafia nigeriana nel resto d’Europa.

La mafia nigeriana si sta infatti infiltrando da anni anche in Germania. È quanto si può leggere sul settimanale tedesco “Der Spiegel”, che affermava tempo fa di aver visionato il rapporto confidenziale del Servizio informazioni federale (Bnd), l’agenzia di intelligence esterna della Germania.

Secondo il documento, “il netto afflusso in Germania di sempre più nigeriani richiedenti asilo provenienti dall’Italia porterà alla proliferazione di strutture del crimine organizzato nigeriano, note per la loro estrema brutalità”.

Nel 2018, riferisce “Der Spiegel”, in Germania hanno richiesto asilo “più di 10 mila nigeriani, pari a un incremento del 30 per cento rispetto all’anno precedente”. Molti ce li rimandano indietro.

Tale aumento, per la polizia tedesca e l’Ufficio federale per le migrazioni e i rifugiati (Bamf), è ascrivibile alla cosiddetta “immigrazione secondaria”. Si tratta di migranti che, giunti in un paese, si trasferiscono successivamente in un altro Stato.

È questo il caso dei numerosi nigeriani che lasciano l’Italia, “dove sono registrati in più di 100 mila, per dirigersi a nord, con la Germania tra le loro destinazioni principali”.

Intanto, in Italia, sono attivi gruppi criminali nigeriani, come la Suprema confraternita Eiye o l’Ascia nera, che “trattano da pari con la criminalità organizzata locale”, nota il Bnd nel rapporto visionato da “Der Spiegel”.

Ora, si legge inoltre nel documento, le organizzazioni criminali nigeriane starebbero tentando di espandere la loro attività dall’Italia alla Germania.

E’ tempo dei rimpatri di massa. E sarebbe tempo di indagare sui rapporti tra chi al governo ha gestito e sta gestendo questo immane trasporto di truppe nigeriane e i boss della mafia nigeriana.




3 pensieri su “Servizi tedeschi: “Italia ha traghettato mafia nigeriana in Europa””

  1. Il rischio di tutte le frontiere aperte è proprio questo, alla Germania era sfuggito? Da chi siamo governati? Da gente apparentemente normale ma subliminalmente affetta da trisomia 21?
    Si! quelli che ci avete obbligato ad accettare nelle nostre città sono delinquenti. Salvini e la Meloni lo hanno ribadito più volte, ma i teutonici speravano che i negri essendo foraggiati e coccolati dall’Italia, non sentissero il bisogno di espandere i loro territori. La mafia cerca sempre nuovi babbei cara merdel.
    Ben lontani dalla lungimiranza e astuzia nelle strategie politiche dei loro predecessori dalla croce uncinata, ora ci vengono ad accusare. Un po’ come il mandante di un omicidio che va dalla polizia a denunciare i complici indicandoli come unici responsabili e delinquenti. È successo nella storia criminale ma non si può dire che brillassero di intelligenza.

  2. veramente qui i vogluoni froci fi sinistra li hanno fatti sbarcare, ma a traghettarli sono state le ong tedesche e francesi di froci, lesbiche e drogati di quel paese, con il potere alla destra vanno fatti rastrellamenti e riportati in nigRERIa con i magistrati rossi che li hanno protetti

Lascia un commento