Raid punitivo contro bengalese che molesta passanti: arrestati 11 italiani

Condividi!

Il cosiddetto Stato fa entrare centinaia di migliaia di bengalesi così:

Paghiamo i bengalesi per salire sui barconi: così finanziamo il loro arrivo in Italia

Non li punisce quando hanno comportamenti ‘inopportuni’, ma poi arrestano chi li punisce al posto dello Stato. L’assenza della legge genera reazioni. O si fanno rispettare le leggi o la gente si incazza. E non potrete arrestare milioni di persone. Perché se milioni di persone fanno una cosa, non è più un reato, è una rivoluzione.

VERIFICA LA NOTIZIA

Arrestate a Palermo dalla Polizia di Stato 11 persone che sarebbero responsabili di un raid punitivo a sfondo razziale. Gli agenti sta eseguendo una misura cautelare degli arresti domiciliari con l’accusa di rapina e lesioni, aggravate dall’odio razziale. Le indagini della Squadra Mobile hanno fatto luce su un episodio avvenuto a pochi mesi fa, quando una banda di giovani, armati di mazze da baseball, fece irruzione in un market etnico e agggredi’ il titolare e alcuni suoi connazionali del Bangladesh. Le vittime furono picchiate con calci e pugni e una di loro, trascinata nel retrobottega del negozio, fu anche rapinata dell’anello che portava al dito. Le indagini hanno accertato che la spedizione punitiva sarebbe scattata contro un cittadino bengalese, colto per strada in un atteggiamento ritenuto “inopportuno” e che per questo motivo era stato pesantemente redarguito. L’uomo fu aggredito con calci e pugni, conditi da espressioni ed epiteti razziali. La violenza si estese poi anche al gestore e agli avventori del market, anche loro bengalesi, dove la vittima aveva cercato rifugio.




2 pensieri su “Raid punitivo contro bengalese che molesta passanti: arrestati 11 italiani”

Lascia un commento