Sardegna, algerini sbarcano e pestano anziani – VIDEO

Condividi!

E il settantenne pestato in via Sicilia alla Marina il ventidue dicembre scorso in un tentativo di rapina, non è l’unico reato compiuto da Fateh Messadi, algerino diciannovenne, in Sardegna dal 2010 e, da qualche anno, senza fissa dimora.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il clandestino, in passato, ha avuto problemi con la giustizia per reati contro il patrimonio e, recentemente, più precisamente a novembre, ha fatto parte del gruppo di stranieri (due dei quali sono stati arrestati) autori di una rapina avvenuta, di notte, fuori da una discoteca di via Newton. In quell’occasione, un uomo era stato avvicinato dai tre e aveva dovuto consegnare loro il portafoglio: Messadi era riuscito a evitare la cattura perchè era fuggito prima dell’arrivo delle Forze dell’ordine. Nell’aggressione con pestaggio compiuta nel rione portuale cagliaritano, invece, il 19enne non ha fatto i conti con la telecamera installata da un negoziante proprio sulla strada, che ha filmato ogni istante del fatto. E, poi, una grande mano d’aiuto è arrivata dalla descrizione fornita dalla vittima agli agenti, oltre al suo coraggio: durante la colluttazione, infatti, il malcapitato è finito per terra ma, nonostante i colpi ricevuti sul volto che gli sono costati trenta giorni di cure, si è messo a chiedere aiuto urlando a squarciagola e riuscendo a far fuggire l’algerino.

Che, adesso, è rinchiuso a Uta. La sua posizione sarà presto al vaglio dell’ufficio immigrazione della questura: Fateh Messadi, infatti, risulta irregolare.

E’ uno dei tanti algerini che sbarcano in Sardegna e si mettono subito al lavoro:

Assalto islamico alla Sardegna: centinaia algerini sbarcano in pochi giorni – VIDEO

Chissà se anche l’ambasciatore algerino protesterà se andiamo a citofonare a casa sua.

Lasciamo donne, bambini e anziani in balìa dell’orda. Perché temiamo di essere definiti ‘razzisti’. Fanculo, questo ‘razzismo’ è legittima difesa.




2 pensieri su “Sardegna, algerini sbarcano e pestano anziani – VIDEO”

Lascia un commento